Fao (ONU): piano contro la propagazione della Xylella in Nordafrica

 

TUNISI, 30 AGO – Rafforzare le reciproche competenze tecniche per impedire l’introduzione e la propagazione del batterio killer per le piantagioni di olivi ”Xylella fastidiosa” nei paesi dell’Africa del Nord e del Medio Oriente.

Questi gli scopi del progetto di cooperazione tecnica lanciato dalla Fao (Organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura) a Tunisi durante un seminario tematico che proseguirà fino al 2 settembre. Le nazioni interessate dal progetto sono Algeria, Egitto, Libano, Libia, Marocco, Palestina e Tunisia.

Obiettivi specifici sono il rilevamento precoce del batterio, la diagnostica, la sorveglianza e la messa in atto rapida di misure fitosanitarie efficaci sulle piante da ulivo. Si tratta per la Fao, alla quale si sono rivolti direttamente i governi dei paesi della regione sopracitati, di elaborare un piano d’urgenza per cercare di impedire l’introduzione del virus nelle colture degli olivi della regione, tenuto conto di tutti gli elementi che possono aumentare il rischio come i trasferimenti di piante attraverso il commercio. In questo senso, hanno sottolineato gli esperti, sarebbe opportuno rivedere e rafforzare le misure in campo fitosanitario applicate nell’intera regione e mettere in atto un piano di sorveglianza armonizzato in tutti i paesi interessati.

Il progetto inoltre rafforzerà le capacità del personale tecnico delle istituzioni e degli agricoltori a livello di ogni singolo paese oltre a prevedere una campagna di sensibilizzazione per promuovere ne dovute misure di prevenzione contro questo batterio killer per gli olivi. (ANSAmed)



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -