Migranti, sei Paesi Ue chiedono estensione dei controlli alle frontiere

 

schengen Austria, Germania, Francia, Belgio, Danimarca e Svezia chiedono a Bruxelles di prolungare i controlli alle loro frontiere oltre il 13 maggio, termine per ora previsto dalla clausola speciale degli accordi di Schengen che permette l’introduzione di controlli provvisori in caso di particolare emergenza.

I sei Stati membri, secondo di Welt, invieranno lunedì una richiesta in tal senso, sulla base di una perdurante emergenza in termini migratori.”Chiediamo che facciate una proposta per permettere agli Stati membri che reputano necessaria questa proroga di estenderla oltre il 13 maggio”, scrivono i sei Paesi membri Ue e membri dello spazio di libera circolazione Schengen, secondo le indiscrezioni del quotidiano tedesco Die Welt. Secondo una fonte vicina al governo tedesco, la lettera sarà inviata lunedì.

La Comissione europea, che per ora non si è espressa sulla questione, deve, il 12 maggio, fare il bilancio riguardo la Grecia in materia di protezione delle frontiere esterne dell’Ue. In caso di bilancio negativo, l’esecutivo europeo potrebbe effettivamente autorizzare una estensione dei controlli alle frontiere.Intanto oggi l’Austria ha dichiarato di avere avviato colloqui con l’Unione europea per prorogare i controlli alle sue frontiere reintrodotti provvisoriamente l’anno scorso in piena emergenza migratoria.”Confermo che stiamo discutendo l’argomento con la Commissione europea e i nostri partner europei”, ha detto il portavoce del ministero dell’interno, Karl-Heinz Grundboeck. (askanews)

Condividi

 

Seguici sul Canale Telegram https://t.me/imolaoggi
Seguici sul Social VK https://vk.com/imolaoggi