Banca mondiale: nel 2015 i migranti hanno inviato a casa 581,6 miliardi di dollari

 

banche

Egitto, Libano e Marocco sono i Paesi dell’area nordafricana e mediorientale che più beneficiano delle rimesse dei migranti. È quanto emerge dal rapporto della Banca mondiale dal titolo “Migrazioni e trasferimenti fondi: sviluppi recenti e prospettive”.

Il totale delle rimesse del 2015 nell’area ammonta a 50,3 miliardi di dollari. L’Egitto ne riceve 19,7, il Libano 7,2 e il Marocco si piazza al terzo posto (6,4), seguito dalla Giordania (3,8). Quarto e quinta rispettivamente Yemen (3,4) e Tunisia (2,3); in coda: Territori palestinesi (2,2), Algeria (2), Siria (1,6) e Iran (1,3).

Nel complesso, l’invio di fondi dei migranti ai paesi di origine subisce una leggera flessione a livello mondiale: 581,6 miliardi rispetto ai 592 del 2014.

Ma quel che preoccupa la Banca mondiale è il fatto che il Pil di tutta la regione Mena è così legata alle rimesse che, se in Marocco rappresentano il 6,3 per cento del prodotto interno lordo, per i Territori palestinesi la percentuale sale a 17,1 o a 10,4 per la Giordania.

Il focus sul Marocco diventa particolarmente interessante sui dati storici. In 40 anni le rimesse dei migranti sono più che decuplicate arrivando a essere 12 volte più alte del 1975.

Il flusso di denaro cambia peso se lo si considera in valuta locale; nel 2015, per esempio, la svalutazione dell’euro ha ridotto la crescita in dollari delle trasferte verso il Maghreb.

In Marocco la diminuzione è stata dell’11 per cento nel corso dei primi tre mesi dell’anno, rispetto allo stesso periodo del 2014. ANSAMED

IMOLAOGGI
e' un sito di informazione libera
che non riceve finanziamenti
LA NOSTRA INDIPENDENZA SEI TU

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

Oppre fai una donazione con PayPal


   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -