Yemen: missionaria racconta strage di cristiani, jahadisti Isis vestiti di blu

 

yemen-suore

Legati a degli alberi e abbattuti, uno alla volta, con colpi alla testa. Così il drammatico racconto dell’unica sopravvissuta ad un massacro perpetrato da jihadisti dello Stato Islamico (Isis) nello Yemen. Il sito web di notizie cattoliche aleteia.org pubblica oggi la testimonianza del massacro del quattro marzo scorso quando quattro suore cattoliche ed altre 12 persone furono uccise durante un’assalto di uomini armati ad una casa di riposo gestita da una associazione benefica fondata da Madre Teresa.

Sorella Sally, la superiora delle Missionarie della Carità, uscita viva per miracolo, racconta ora l’orrore di quel giorno: un racconto di prima mano registrato da un’altra Missionaria della Carità, suor Adriana e trascritte a mano, come riferisce il sito.

Gli uomini dell’Isis “vestiti di blu sono arrivati, hanno ucciso la guardia e l’autista. Cinque giovani etiopi (cristiani) hanno cominciato a correre per avvertire le sorelle che l’Isis era qui per ucciderli. Sono stati uccisi uno per uno. Li hanno legati agli alberi, (…) li hanno colpiti al capo e distrutto le loro teste”. Inizia così il manoscritto pubblicato dal sito che prosegue: “Le suore scappavano in direzioni diverse e altri gridavano, ‘Non uccidete le sorelle’. Nel frattempo, sorella Sally correva al convento per cercare di mettere in guardia padre Tom.

suore_uccise

La suora racconta ancora di avere visto di fronte a lei “tutte le sorelle e i collaboratori uccisi”, mentre i loro boia si dirigevano verso il convento dove si trovava lei. La suora riferisce allora di essersi nascosta nella stanza frigorifero, mentre i jihadisti la cercavano perchè “sapevano che c’erano cinque suore”.”Almeno tre volte (gli uomini armati) sono entrati nella stanza frigorifero” ha affermato la sopravvisuta che invece di cercare di nascondersi dice di essere rimasta “in piedi dietro la porta” senza essere notata: “Questo è stato miracoloso”, perchè “Dio ha voluto un testimone”, afferma oggi sorella Sally. (askanews)

IMOLAOGGI
e' un sito di informazione libera
che non riceve finanziamenti
LA NOSTRA INDIPENDENZA SEI TU

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

Oppre fai una donazione con PayPal


   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -