Crisi: ingegnere 62enne si toglie la vita nel Leccese

 

VILLA CONVENTO- Aveva 62 anni l’ingegnere leccese che si è tolto la vita con un colpo di fucile. Ha scelto di farlo in una struttura di sua proprietà un tempo adibita a call center, ma ormai in disuso. I carabinieri della Scientifica, arrivati sul posto appena è scattato l’allarme, lo hanno trovato tra scrivanie ormai impolverate e qualche arredo da ufficio.

Accanto un biglietto: una preghiera a chiunque avesse ritrovato il suo corpo ad avvertire il fratello e i due figli, tutti residenti fuori dalla Provincia di Lecce, e la richiesta di non diffondere le sue generalità. L’ennesima vittima di una crisi che attanaglia il mondo imprenditoriale.



   

 

 

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -