Francia: a Parigi la “stanza del buco”, per drogarsi sotto controllo medico

Verrà aperta presso un ospedale parigino la prima ‘salle de shoot’, una sala dove i tossicodipendenti potranno iniettarsi droga con siringhe pulite e sotto controllo medico. La sperimentazione, rivela oggi Le Monde, si svolgerà in un locale presso l’ospedale Laribosiere, con un ingresso separato rispetto ai pazienti della struttura. L’apertura non dovrebbe avvenire comunque prima del 2016, spiega Bernard Jomier, assessore aggiunta alla Sanità della capitale francese, ricordando che la relativa legge è stata approvata dall’Assemblea nazionale ma bisognerà ancora aspettare il voto del Senato in autunno.

La sperimentazione, che durerà sei anni e verrà condotta anche a Strasburgo e Bordeaux, punta a ridurre sia i rischi di overdose che di infezione e contaminazione di malattie come l’epatite e l’Aids. All’interno di queste ‘salles de shoot’ i tossicodipendenti non potranno essere perseguiti per uso e detenzione di stupefacenti, se questi saranno limitati all’uso personale. Anche il personale sanitario presente beneficerà di un’immunità.

Il progetto segue l’esempio di quanto viene già fatto in alcune città di Svizzera, Germania, Olanda e Spagna. L’idea rimane tuttavia controversa. Oltre ad alcuni timori per la sicurezza emersi fra gli abitanti del quartiere attorno all’ospedale Laribosiere, vicino alla gare du Nord, vi è anche chi contesta l’intero approccio, sostenendo che così non si combatte contro la dipendenza dalle droghe.

Ora aspettiamo le reazioni della Bonino, che sicuramente riprenderà con maggior vigore la sua campagna per le stanze del buco. Attendiamo di sentirci dire “l’italia si adegui, siamo indietro”.

adnkronos



   

 

 

1 Commento per “Francia: a Parigi la “stanza del buco”, per drogarsi sotto controllo medico”

  1. Ma così non si fa altro che dar man forte alla tossicodipendenza…sono innoridita…

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -