GB: la Banca d’Inghilterra lavora ad un dossier sul referendum sull’UE

A cura di Stefano Fugazzi (ABC Economics, Londra)

Momenti di panico negli uffici della Banca d’Inghilterra quando giovedì un funzionario ha “per errore” inoltrato a un giornalista de The Guardian un dossier interno intitolato “Project Bookend” che prende in esame l’impatto del referendum sulla permanenza del Regno Unito nell’Unione Europea. “Ci sono diversi rischi economici e finanziari che devono essere presi in esame se si decidesse di lasciare l’UE” – si legge nell’email inviata dal funzionario di Bank of England.

La svista ha costretto poi lo staff della Banca a correggere il tiro emettendo un comunicato stampa ufficiale nel quale la Vecchia Signora di Threadneedle Street ha ammesso che “il fatto in sé non è una notizia visto che era già in programma la redazione di uno studio di impatto sull’uscita dall’Unione Europea sulla falsariga di quello precedentemente realizzato in occasione del referendum scozzese”.

Come ABC Economics ha avuto già modo di illustrare qualche giorno fa (#ukreferendum: perché il Regno Unito non lascerà l’Ue ), il Regno Unito da diversi anni ormai lavora in tandem con Bruxelles per la creazione e rafforzamento del mercato unico dei capitali e l’organismo preposto alla sua supervisione, l’Autorità bancaria europea (EBA), ha sede a Londra.

Potrebbe anche interessarti l’infografica di ABC Economics sull’economia britannica: UK ECONOMY: KEY FACTS AND FORECAST



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -