John Cantlie: Isis prepara attacco in Usa, forse un ordigno nucleare

 

Un ordigno nucleare o qualche tonnellata di esplosivo, comunque faranno qualcosa di grande negli Usa. E’ lo scenario delineato dal reporter John Cantlie, ostaggio-megafono dell’Isis, nell’ultimo numero di Dabiq, la rivista del gruppo.

L’Isis farà qualcosa che ridicolizzerà “gli attacchi del passato”,aggiunge.

L’ipotesi di attacco – Cantlie definisce l’ipotesi di un attacco con un ordigno nucleare ‘importato’ dal Pakistan in Usa – attraverso la Libia, poi la Nigeria e infine il Sudamerica e il Messico, “sfruttando le tratte del traffico di droga ed esseri umani” – come uno scenario “improbabile”, salvo poi mettere sul piatto “qualche tonnellata di esplosivo”.

“ISIS è l’esercito segreto degli Stati Uniti”

Gli attentatori del Texas – La rivista dell’Isis si apre con la celebrazione degli attentatori del Texas, che hanno attaccato l’evento dedicato alle vignette su Maometto a inizio maggio. Proprio in quell’occasione, l’Isis lanciò una minaccia contro gli Usa: “Quello che sta arrivando, sarà più doloroso e più amaro”.

——00000000000——

La prova ultima che a Washington sapevano (e tacitamente approvavano) la nascita dell’Isis. Rapporto della DIA nell’agosto 2012: «Questo crea il luogo ideale per Al-Qaeda (in Iraq), per tornare alle sue vecchie roccaforti a Mosul e Ramadi»



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -