Roma: gioielliere rapinato e accoltellato da un egiziano

​È entrato in gioielleria ed ha chiesto di vedere alcuni anelli, ma quando il negoziante si è girato, lo ha accoltellato alle spalle e poi ha afferrato un grosso lucchetto dal balcone e lo ha colpito alla testa.

La vittima ha reagito e cercato con tutte le forze di fermare il rapinatore, che a quel punto ha afferrato un grosso lucchetto dal bancone e ha iniziato a colpire il gioielliere alla testa, ma quest’ultimo così si è messo a gridare tanto forte da attirare l’attenzione di un passante, che ha subito chiamato il 113.

Il malvivente è stato bloccato e arrestato. La vittima, che era nel negozio in una pozza di sangue ma cosciente, è stata soccorsa..

L’egiziano dovrà ora rispondere di tentata rapina aggravata.



   

 

 

1 Commento per “Roma: gioielliere rapinato e accoltellato da un egiziano”

  1. Risignori Politici rileggete quello che succede o continuate a fare le MUMMIE EGIZIANE? aggiungo che dopo l’accoltellamento picchiato selvaggiamente il gioielliere è stato solo accusato di tentata rapina aggravata? in poche parole potrebbe essere accusato il gioielliere che ha subito una coltellata dietro la schiena, per la mia ignoranza in materia x questo delinquente di Egiziano l’imputazione dovrebbe essere tentato omicidio con l’aggravante delle lucchettate che ha preso se non era il passante che ha chiamato il 113 che succedeva? ve lo debbo dire io che non so le leggi, oppure il gioielliere gli avrebbe sparato x legittima difesa andava in galera ecco cosa ci tocca sopportare da questi politici incapaci e menefreghisti di quello che sta succedendo, per non parlare di quello che succederà nel proseguo a venire.

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -