Svolta del Sinodo sui gay “Hanno tanto da offrire”

 

gay

13 ott. – “Le persone omosessuali hanno doti e qualita’ da offrire alla comunita’ cristiana”. Lo riconosce la “Relatio antedisceptationem’ del Sinodo, cioe’ il documento intermedio che dopo il dibattito preparara quello finale, del quale rappresenta di fatto la bozza che sara’ discussa nei “circoli minori”. “Siamo in grado di accogliere queste persone, garantendo loro uno spazio di fraternita’ nelle nostre comunita’?”, si chiedono i vescovi che sottolineano com i gay “spesso desiderano incontrare una Chiesa che sia casa accogliente per loro”. Il problema aperto resta pero’ se “le nostre comunita’ sono in grado di esserlo accettando e valutando il loro orientamento sessuale, senza compromettere la dottrina cattolica su famiglia e matrimonio?”.

“La questione omosessuale – afferma dunque il documento intermedio del Sinodo – ci interpella in una seria riflessione su come elaborare cammini realistici di crescita affettiva e di maturita’ umana ed evangelica integrando la dimensione sessuale: si presenta quindi come un’importante sfida educativa. La Chiesa peraltro afferma che le unioni fra persone dello stesso sesso non possono essere equiparate al matrimonio fra uomo e donna”. Secondo il Sinodo, “non e’ nemmeno accettabile che si vogliano esercitare pressioni sull’atteggiamento dei pastori o che organismi internazionali condizionino aiuti finanziari all’introduzione di normative ispirate all’ideologia del gender”. agi



   

 

 

1 Commento per “Svolta del Sinodo sui gay “Hanno tanto da offrire””

  1. Nessuno per caso ha chiesto al sinodo cosa abbiano esattamente da offrire che non sia gia’ stato offerto da Gesu’ Cristo? Finche’ non vengono rimossi i Gesuiti e i loro compagnucci massoni dalla Chiesa, non c’e’ speranza.

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -