Cipro: risparmiatori denunciano Bce e Commissione UE

Condividi

 

 

bce26 magg – A poco più di un anno dalla stangata sui depositi non assicurati nelle banche cipriote, i titolari di quei depositi fanno causa alla Banca centrale europea e alla Commissione di Bruxelles.

Con quattro denunce, chiedono indennizzi per aver dovuto contribuire, con un prelievo forzato, al piano di salvataggio finanziario del Paese.

I fatti risalgono all’aprile 2013. Dopo una trattativa che coinvolse, oltre al numero uno della Bce Draghi e al presidente della Commissione Barroso, anche il Fondo monetario internazionale, a Cipro venne accordato un prestito di 10 miliardi di euro. In cambio, il governo cipriota si impegnava a liquidare la seconda banca del Paese, imponendo le perdite ai titolari di depositi superiori ai 100mila euro. euronews

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
non riceve finanziamenti e non ha padroni.
Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere
la nostra indipendenza.

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal



Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -