Donne discriminate, la Sharia avanza in Gran Bretagna

sharia

 

20 apr  – L’integralismo islamico dilaga in Gran Bretagna  – La parità tra i sessi nel Regno Unito diventerà una cosa di altri tempi. L’Inghilterra, patria della Magna Charta e delle suffragette, dovrà riabituarsi all’idea che le donne possano essere diseredate e discriminate come è avvenuto per secoli. I notai e gli avvocati del Regno Unito, su indicazione della British Law Society, hanno ricevuto istruzioni per redigere testamenti secondo la Shariah, la legge musulmana, la quale prevede che le femmine ricevano la metà dei maschi e che le mogli possano essere addirittura escluse dall’eredità se ritenute “infedeli”.

La notizia, passata un po’ sotto silenzio, sta scuotendo nel profondo la società britannica che nel corso dei decenni ha fatto un vanto della emancipazione femminale e della parità dei diritti tra uomo e donna. La baronessa Cox, membro della Camera dei Lord, il ramo del Parlamento che tuttora incarna le radici antiche del Paese, ha detto di essere «allibita»: «La nazione della Magna Charta – ha detto – si prepara a creare un sistema legale parallelo. Le suffragette che pagarono con la vita la fine della discriminazione si rivolterebbero nella tomba».

Le linee guida che introducono le regole musulmane della Shariah nel sistema legale britannico sono state diramate a marzo. La British Law Society, l’organismo di riferimento dei professionisti del settore – l’Inghilterra è un Paese che adotta la Common Law e gli usi spesso pesano tanto quanto la Legge – ha autorizzato i notai e gli avvocati a redigere testamenti secondo i dettami dell’Islam per i clienti che ne facciano richiesta nell’Inghilterra e nel Galles. Per ora la Scozia, in marcia per rendersi indipendente da Londra, è fuori dal perimetro. Ma nel resto del Paese diventeranno possibili cose fino a ieri impensabili.

messaggero



   

 

 

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -