Immigrazione, continuano i soccorsi. Alfano: chiederemo piu’ fondi alla UE

alfano_interna14 apr – “Chiederemo all’Europa più risorse e lo spostamento della sede di Frontex, l’agenzia europea per l’accoglienza, da Varsavia in Italia o in un paese del sud Europa”. Lo afferma il ministro dell’Interno Angelino Alfano a Mix 24 la trasmissione radiofonica di Minoli su radio 24 affrontando il tema immigrazione.

E’ giunto agli ormeggi  nel porto di Augusta il pattugliatore della Guardia Costiera che in tre giorni di operazioni nel Canale di Sicilia ha salvato 201 migranti e assistito il trasbordo in sicurezza di altri 522 sul mercantile Dobrota.

Il primo soccorso è avvenuto nel pomeriggio del 9 aprile quando il pattugliatore ha individuato un gommone in difficoltà a circa 104 miglia a sud est di Lampedusa. Dopo avere effettuato il salvataggio delle 103 persone presenti a bordo, tra le quali figuravano 11 donne, l’unità della Guardia Costiera si è diretta su un secondo gommone, ed ha tratto in salvo altri 92 migranti, di cui 6 donne.

Nel contempo, il mercantile Dobrota stava prendendo a bordo migranti da altri due gommoni, ma le operazioni erano rese difficoltose dall’enorme differenza di dimensione tra le unità. Pertanto, il pattugliatore della Guardia Costiera si è diretto verso il Dobrota per fornire l’assistenza necessaria affinché tutte le persone fossero imbarcate in sicurezza.

Mentre erano in corso tali operazioni, altri 3 gommoni sono stati individuati nella stessa zona e tutti i migranti, con l’assistenza degli uomini della Guardia Costiera, sono stati presi a bordo in sicurezza dal mercantile, per un totale di 522 persone. Al termine dell’imbarco, le due unità si sono dirette verso il porto di Augusta, ma lungo il tragitto sono stati intercettati altri due gommoni in difficoltà.

Mentre il Dobrota ha proseguito la sua rotta, l’unità della Guardia Costiera ha provveduto a scortare i due gommoni, effettuando il trasbordo di 6 migranti che necessitavano di una prima assistenza. I restanti migranti sono stati trasbordati su nave Espero della Marina Militare. Il pattugliatore della Guardia Costiera si è, così, diretto verso il porto di Augusta, dove è giunto poco dopo il mercantile Dobrota.



   

 

 

2 Commenti per “Immigrazione, continuano i soccorsi. Alfano: chiederemo piu’ fondi alla UE”

  1. ma bastaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa

  2. I soccorsi (mare Nostrum) stanno diventando un mezzo fantastico per arricchire le bande armate in Libia dopo la caduta del regime, dio salvi gli italiani…

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -