Gasparri: La Marina militare non puo’ essere il taxi dei clandestini

gasparri14 apr 2014 – ”Il Mare e’ ‘nostrum’ ma la Marina italiana e’ loro. Anche oggi il ministro della Difesa sottolinea l’impegno dei nostri militari in operazioni per il recupero di clandestini, che vedono l’utilizzo delle nostre navi come veri e propri traghetti. Un’operazione onerosa, impegnativa e che avra’ come effetto l’aumento dei flussi. La Marina militare non puo’ essere un taxi per l’illegalita’.

Questo dovrebbero capirlo al governo e fare in modo che le navi siano impiegate per riportare in Africa i clandestini. Politiche europee miopi e sbagliate hanno gettato paesi africani che si affacciano sul Mediterraneo nel caos. Ora chi in Europa ha fatto scelte sbagliate corra ai ripari. Il governo italiano non permetta ulteriori prese in giro”. Lo dichiara Maurizio Gasparri (FI).



   

 

 

1 Commento per “Gasparri: La Marina militare non puo’ essere il taxi dei clandestini”

  1. Ma vai a quel paese te e tutti quelli che son seduti su quella poltrona. Prima di varare Mare Nostrum dovevate ponderare molto attentamente quello che stavate facendo a discapito è del territorio italiano è degli italiani. Non si può ogni santo giorno leggere notizie dove prima viene lanciato il sasso e poi nascondete la mano.

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -