Bossi a giudizio per insulti e razzismo contro Napolitano, lo chiamò ” terùn”

bossi

 

BERGAMO, 10 APR – Il presidente della Lega Nord Umberto Bossi é stato rinviato a giudizio a Bergamo con l’accusa di aver offeso l’onore e il prestigio del Capo dello Stato, oltre che per vilipendio alle istituzioni con l’aggravante della discriminazione etnica.

I fatti risalgono al 29 dicembre del 2011, quando Bossi disse durante un comizio: “Mandiamo un saluto al presidente della Repubblica. Napolitano, Napolitano, nomen omen: non sapevo fosse un terùn…”, facendo anche il gesto delle corna.



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -