Leghista aggredito a calci e pugni da militanti dei centri sociali

centri

 

4 mar – “Alle 15.00 una trentina di militanti dei centri sociali si sono presentati in vicolo Tiziano Aspetti, nei pressi della sede della Lega Nord, armati di scale, e hanno cominciato ad imbrattare con bombolette un manifesto affisso in corrispondenza della rotonda di via Avanzo. Alcuni di loro hanno aggredito con calci e pugni un militante presente. Protetti da anni dalla giunta Rossi-Zanonato, questi violenti non possono avere cittadinanza a Padova.

L’episodio è gravissimo e segue altre offese che ho ricevuto personalmente via Facebook e Twitter, l’imbrattamento della nostra sede di un mese fa e altri atti di intolleranza contro le nostre affissioni regolarmente pagate. Noi siamo contro i delinquenti, gli spacciatori e gli intolleranti. Pare che questo a Padova non sia consentito. Chiederò in Aula, al Senato, l’invio di forze dell’ordine. Padova deve essere una città libera. Grande solidarietà al nostro militante aggredito e a chi, come noi, non si lascia intimidire e non arretrerà di un millimetro. Continueremo la nostra lotta gandhiana contro il degrado e la violenza. Potete contarci”.

Lo dichiara il candidato sindaco Massimo #Bitonci.



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -