Nella verde Puglia di Vendola regna la povertà

vendola_

18 lug – Nel 2012 la povertà relativa è più diffusa in Sicilia, Puglia e Calabria. È quanto emerge dal report dell’Istat sulla povertà in Italia, diffuso oggi. L’incidenza della povertà relativa raggiunge il 29,6% in Sicilia, il 28,2% in Puglia e il 27,4% in Calabria. I valori più bassi invece li registrano la provincia di Trento (4,4%), l’Emilia Romagna (5,1%) e il Veneto (5,8%).

Nel 2012 quasi la metà dei poveri assoluti in Italia, 2 milioni 347 mila persone, risiede nel Mezzogiorno. Erano 1 milione 828 mila nel 2011. I minori in povertà assoluta sono 1 milione 058 mila (703 mila nel 2011, l’incidenza è salita dal 7% al 10,3%) e gli anziani 728 mila (977 mila, l’incidenza è pari a 5,8% per entrambi gli anni). Lo rileva l’Istat nel report sulla povertà in Italia, diffuso oggi.

Il 2,8% della famiglie residenti in Italia è a rischio povertà. Si tratta delle famiglie con spesa per consumi equivalente superiore, ma molto prossima, alla linea di povertà. La quota sale al 4,7% nel Mezzogiorno. Lo rileva il report dell’Istat sulla povertà in Italia diffuso oggi.



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -