Terzi orgoglioso: 400 ditte italiane in Albania, tra doni e crediti dati oltre 540 milioni di euro

8 MAG – ”Con 400 aziende italiane o italo-albanesi attive in Albania, l’Italia e’ il primo investitore straniero per numero di operatori e il secondo per valore degli investimenti”. Lo ha detto il ministro degli Esteri Giulio Terzi, intervenendo al convegno ”Albania in Europa, nuove opportunita’ di cooperazione economica e industriale per le imprese italiane”.

”La collaborazione economica – ha aggiunto – si e’ avvantaggiata anche della maggiore mobilita’ di persone tra Albania e Unione Europea garantita dalla liberalizzazione dei visti, entrata in vigore nel dicembre 2010”. Terzi ha quindi ricordato che ”il Governo italiano ha piena fiducia nel futuro dell’Albania, e intende continuare a sostenerla nel suo cammino di modernizzazione economica e sociale”.

Non a caso, ”negli ultimi vent’anni, la nostra cooperazione ha destinato all’Albania un contributo di aiuti allo sviluppo, tra doni e crediti, per oltre 540 milioni di euro. Il Memorandum firmato nel 2010 stabilisce un ulteriore contributo di 51 milioni di euro in doni e crediti, e un accordo di conversione del debito.

Questo e’ il primo accordo del genere siglato dall’Albania con un Paese donatore”. ansa

Condividi