Al manuale integrazione immigrati per i media, Manocchia, risponde col “Manuale per la demigrazione”.

Condividi

 

IMOLA 21 Feb – Armando Manocchia, presidente dell’Associazione dedicata a Oriana Fallaci, in risposta al vergognoso  manuale sull’integrazione che vuole limitare la libertà di espressione e di stampa e diffondere ul linguaggio relativista e multiculturale, creato ad hoc per i giornalisti e media asservizi al potere, risponde con un altro manuale, ma sulla demigrazione.

“La Demigrazione – dice Manocchia – a parte essere un neologismo, che d’acchito sembra voler dire: ”rimandiamoli tutti a casa loro”, è invece dare una possibilità alla nostra Cultura, contestualmente a quella dei Demigranti, di riprendere il suo  corso naturale, senza coercizione, senza esclusione, né rigetto”.

La Demigrazione – prosegue il presidente dell’associazione – è promuovere quindi, un piano esplicito e pubblico per il ritorno degli immigrati, che vivono presso di noi, nei propri Paesi d’origine, in seno alla propria Cultura. E’ organizzare una partenza massiccia di immigrati, di esseri umani, al fine di ridar loro un senso reale alla propria esistenza, restituire loro la propria dignità. E’ finanziare direttamente i Demigranti per almeno 4/5 anni dopo il ritorno nel proprio Paese d’origine di provenienza o di scelta. E’ contribuire sia dal punto di vista legale che culturale, tramite aiuti massicci ai Governi dei Paesi che accolgono i Demigranti. E’ accrescere, la nostra presenza nei campi educativo, ecologico e culturale, nei Paesi riceventi”.

“La Demigrazione – continua Armando Manocchiaè un piano di sviluppo educativo e umano per l’Africa, attuato, attraverso maggiori incentivi finanziari diretti e indiretti, consentendo il ritorno in questi Paesi, delle competenze politiche e tecniche, del peso sociologico dei Demigranti, che hanno vissuto questa esperienza presso di noi e sono stati influenzati positivamente, abituandosi ad una Società libera e che funziona”.

“La Demigrazione si fonda su dei precetti morali e persegue un fine culturale; le argomentazioni economiche intervengono solo quale conseguenza, e non come giustificazione.  L’emigrazione clandestina, incontrollata e folle in cui siamo stati condotti da una casta di politici incapaci, ha messo a dura prova la nostra società, producendo una vera e propria crisi d’identità, che rappresenta un pericolo mortale per la nostra Civiltà: ed è a questo titolo – quella della sopravvivenza – che la legittimità della Demigrazione è da tutti i punti di vista indiscutibile”. Questo è quanto afferma Armando Manocchia, Presidente dell’aAssociazione “Una Via per Oriana Fallaci”. Leggi anche: http://www.imolaoggi.it/?p=12350

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -