Covid, 84enne scopre di essere positivo e si spara

Si è sparato un colpo di pistola alla testa dopo aver scoperto di essere positivo al Covid. Questo, secondo gli inquirenti, il motivo che spiegherebbe il folle gesto compiuto da un 84enne romano la sera di Santo Stefano. Scampato alla morte per un soffio, è ora ricoverato in condizioni gravissime all’ospedale Grassi di Ostia. Si indaga per tentato suicidio: l’arma era detenuta legalmente.

Il tentativo di suicidio – La dinamica esatta dell’accaduto è ancora da verificare. È certo che, invece, l’84enne abbia puntato l’arma contro se stesso nel tentivo di farla finita. I fatti risalgono al pomeriggio di Santo Stefano, in un appartamento in zona Axa, nel X Municipio Mare, sul litorale Ostiense. Stando a quanto si apprende da Il Messaggero, l’anziano avrebbe esploso il colpo mentre si trovava da solo nella camera da letto. A ritrovarlo riverso in una pozza di sangue sarebbe stata la moglie, precipitatasi in suo soccorso dopo aver udito il botto. A seguito dell’allarme, i vicini di casa hanno immediatamente allertato il 118 richiedendo, altresì, l’intervento delle forze dell’Ordine. Riscontrata una vasta emorragia all’altezza del capo, l’84enne è stato trasportato in codice rosse all’ospedale Grassi di Ostia.

“Era positivo al Covid” – – Da ulteriori accertamenti è emerso che l’uomo avesse appena appreso l’esito del tampone faringeo eseguito nei giorni precedenti alle festività natalizie: era positivo al Covid. Una notizia che lo ha turbato nel profondo, sostengono gli investigatori, al punto da decidere di farla finita. L’arma del delitto, una pistola detenuta legalmente, è stata ritrovata al di sotto del letto, nella camera matrimoniale. In condizioni critiche, ora l’84enne lotta fra la vita e la morte.

https://www.ilgiornale.it/news/roma/scopre-essere-positivo-covid-e-si-spara-testa-gravissimo-1912837.html

Condividi