Puglia, big della sanità presenta ciondolo antivirus da 50 euro

Giuseppe Tiani in un colpo solo è riuscito a imbarazzare la Puglia, il governatore Emiliano e l’Italia intera. Il presidente di InnovaPuglia, che è responsabile degli appalti della sanità regionale: è intervenuto ieri in videoconferenza in Commissione affari costituzionali della Camera magnificando un ciondolo israeliano anti-Covid. Lo riporta la Gazzetta del Mezzogiorno, secondo cui Tieni gestisce circa un miliardo di euro di forniture ogni anno per conto dei pugliesi: chissà se sono compresi anche i 50 euro necessari a comprare questo pezzo di latta “magico”.

“Io oggi porto al collo questo micro-purificatore d’aria che costa 50 euro – ha dichiarato durante il suo intervento dinanzi alla Commissione – è tecnologia israeliana, per un metro cubo intorno alla persona genera dei cationi che inibiscono qualsiasi virus abbia segno positivo. È una tecnologia che andrebbe distribuita alle forze di polizia del paese, a tutti i sanitari impegnati a combattere il virus”.

Ovviamente si tratta di un “ciondolo magico” senza alcuna reale utilità: la scienza non contempla nulla del genere, però fa riflettere che un uomo che pubblicità questa robaccia possa essere responsabili degli appalti della sanità pugliese.  liberoquotidiano.it

Condividi