Impariamo a rispettare le Forze dell’Ordine: difendono la nostra libertà

Nella vita di tutti i giorni, presi da mille cose da fare sembra quasi che non ce ne accorgiamo, invece non è così, sappiamo che se possiamo camminare tranquilli per le strade del nostro Paese è perché c’è chi ci difende e ci protegge, talvolta anche a costo della propria vita. E’ a loro, ai nostri Carabinieri, Poliziotti, Finanziari e Militari, uomini e donne che ogni giorno indossano con grande onore uno dei simboli più puri, più prestigiosi, più sani e più veri del nostro Stato: la Divisa. Si proprio quella Divisa, che quotidianamente indossano con grande orgoglio e con la quale combattono in prima linea contro la criminalità, il malaffare, i soprusi e le angherie. Questi Eroi, questi Angeli in divisa ci fanno da scudo e ci proteggono. Difendono i deboli e gli onesti a costo di mettere a repentaglio anche la loro vita. Ci permettono di poter vivere da uomini liberi. A loro dobbiamo tanto! A loro dobbiamo un quotidiano ringraziamento!

A tutti gli uomini e le donne delle Forze dell’Ordine dobbiamo essere grati tutti i giorni. Dobbiamo quando li incrociamo abbracciarli e dimostragli tutto il nostro affetto e la nostra stima. Dobbiamo difenderli da chi si permette di umiliarli, deriderli, offenderli, pugnalarli alle spalle e aggredirli. Non dobbiamo lasciarli soli mai per nessun motivo. Perché loro quando abbiamo bisogno, quando non abbiamo più nessuno su cui contare, quando siamo in difficoltà, ci sono sempre, loro rispondono sempre, loro arrivano in nostro soccorso sempre. Per questo è indispensabile dimostrare tutto il nostro affetto e combattere al loro fianco senza paura, senza timore ma con l’orgoglio che loro ci dimostrano tutti i giorni svolgendo il proprio lavoro.

Non ci deve essere un solo giorno durante l’anno, o una ricorrenza per farci ricordare quanto questi eroi siano importanti per noi e quanto rappresentino un orgoglio per il nostro Paese. Ogni giorno deve essere buono per ricordarci quanto questi Angeli in divisa siamo importanti per il nostro Paese e debbano essere rispettati per tutto ciò che hanno fatto e fanno per noi cittadini. Meritano di essere onorati e ringraziati per essere da sempre al nostro fianco, al fianco di chi ha bisogno. Degli ultimi, degli emarginati e di chi po’ troppo dalla vita è stato meno fortunato di noi. Per loro non fa differenza se sei povero o ricco, se sei malato a sano, se sei giovane o anziano per le Forze Dell’Ordine se sei in difficoltà loro ci sono per darti una mano, per aiutarti e per difendere la legalità.

È importante anche ricordate con affetto, stima e doverosa commozione tutti i Carabinieri, Poliziotti, Finanzieri e Militari i quali hanno perso la vita mentre svolgendo il loro dovere. A loro va il mio più sincero sentimenti di stima e la mia più sentita preghiera chiedendo a nostro Signore di benedirli e di poterli far sedere al suo fianco perché sono degli Angeli. Ai famigliari di questi eroi il va il mio più caldo affetto e la mia più sincera vicinanza. Vi sono vicino anche se non vi conosco personalmente. Dovete essere orgogliosi di avere avuto al vostro fianco degli uomini e delle donne Unici la cui anima non morirà mai, perché vivrà per sempre noi cuori di milioni di cittadini che vogliono bene alle forze dell’ordine. Con il cuore pieno d’orgoglio e di passione vi dico: “vi sono tutti i giorni grato per quello che fate e che vi voglio veramente tanto Bene.

“GRAZIE”.”

Andrea Pasini Trezzano Sul Naviglio

Strage di poliziotti e carabinieri. Forze dell’ordine travolte dai suicidi

Condividi