San Marino: ma la Repubblica futura è libera?

Condividi

 

di Marcello Draghi -studiostampadraghi-

Diceva Groucho Marx che il segreto della vita fosse l’onestà e un comportamento corretto. Secondo lui infatti, se riesci a fingerli, ce l’hai fatta.

Quelli di cui all’articolo sotto pare non ce la facciano…no, no…

Leggo il dibattito tra Repubblica Futura e Libera in merito al caos banche e rimango di stucco.

Ma come?
Proprio adesso che si sa anche che i conti dell’ex Banca CIS ora, praticamente nazionalizzata, come recita anche il nuovo nome Banca Nazionale Sammarinese, vengono certificati da chi contribuì al casino dei bilanci BCSM e le controllate tra 2010-2014? (O, solo perché adesso che si sa anche che i conti dell’ex Banca CIS ora, praticamente nazionalizzata… etc…?)

Nonché si sa che dette certificazioni sono vigilate internamente a BNS e in contemporanea in BCSM dalla sorella di uno dei legali responsabili del tutto?

Non entro nel merito degli stracci degni di lancio da una parte dell’opposizione all’altra, perché non interessa banca CIS (basta quanto sopra in foto) ma chiedo ai duellanti come si fa ad inscenare una commedia di tal fatta quando è stato evidenziato in decine di articoli documentati come tutti, di qua e di là sulle sponde della querelle, fossero informati del vulnus del sistema da anni senza aver mosso foglia?

Ovvero, Civico 10 (ora in Libera) e RF hanno governato insieme sino a novembre 2019… il caos grosso è in ballo almeno dal 2015 (data dei decreti commissariali di BCSM a firma dott. Cherubini) e, come detto tante volta non fecero nulla, anzi pare contribuissero entrambi alacremente all’insabbiamento. Qui di seguito solo due delle informative ricevute da soggetti politici di una e dell’altra schiera ad esempio della malafede nelle interrogazioni e nelle reazioni alle stesse.

La commedia è finita e purtroppo per gli onesti di San Marino pare si stia trasformando in tragedia quando solo un po’ più di etica e di legalità potevano impedire l’implosione del nocciolo della questione.

En passant aggiungiamo, fresca di redazione la notizia che ieri è stata presentata una robusta opposizione alla dubbia archiviazione relativa alla denuncia per calunnia presentata dal giornalista italiano nostro collaboratore Stefano Davidson, nei confronti della Presidente di BCSM.

 

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi


Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2020 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -