“Truffa sui soldi per i migranti”, indagini sulla Caritas. Tre arresti

“Truffa sui soldi per i migranti”, indagini sulla Caritas. I reati ipotizzati sono: associazione a delinquere finalizzata alla truffa aggravata, sfruttamento del lavoro, turbativa d’asta, inadempimento di contratti di pubbliche forniture. Nel ruolo di presunto promotore ci sarebbe don Claudio Visconti, 56 anni, direttore della Caritas di Bergamo. Tra i coinvolti, anche tre vice prefetti.

Condividi

 

One thought on ““Truffa sui soldi per i migranti”, indagini sulla Caritas. Tre arresti

  1. La Caritas NON le coop rosse.
    Le coop legate alle sinistre, devono avere tutti i finanziamenti circa gl’immigrati, i preti vengono tollerati come “utili idioti” finchè sono utili alla truffa che spaccia per “profughi” gl’immigrati clandestini, ma poi, quando “mangiano” troppo e non servono più…
    quante coop rosse sono state responsabili di fatti analoghi a quello citato nell’articolo e tutto fu insabbiato?

Comments are closed.