San Marino: teatro dei burattini tra RF E BCSM?

Condividi

 

Li burattini, doppo lavorato,
finischeno ammucchiati in un cantone,
tutti in un mazzo, senza fà questione

sopra la parte ch’hanno recitato.
Così ritrovi er boja abbraccicato
ar prete che je dà l’assoluzzione,
mentre l’eroe rimane a pennolone
vicino a li nemichi ch’ha ammazzato.
E’ solo lì ch’esiste un’uguajanza,
che t’avvicina er povero pupazzo
ar burattino che se dà importanza.

(Trilussa)

di Rocco Luglio

Dopo il Teatrino a Striscia la Notizia dove pare non fosse la Notizia che strisciava…

ecco un’altra simpatica attività nella RSM ovvero l’ interpellanza di Repubblica Futura: “Banca Centrale che sta facendo?”

Questa è bella!

Ma signori miei lo sapete benissimo, eravate al Governo mentre si decideva la messa in LCA di Asset che ha portato alla falsificazione del Bollettino Ufficiale della Repubblica.

Tra l’altro eravate stati informati addirittura dall’Ambasciatore italiano e ben prima che accadesse quanto descritto in foto sotto ( pare addirittura che Sua Eccellenza abbia tardato a presentare la denuncia dei fatti nelle Procure italiane pur di farvi aprire gli occhi. Forse lui, nuovo dei costumi locali, non aveva capito come e quanto li aveste già aperti da un pezzo?).

Sicuramente dopo il bradipismo dell’avvocatura e di quanto è seguito alla caduta del Governo se ne sono accorti in tanti oltre a Lui.
(Anche in DG Affari UE, pare da Fitch, chissà se in BCE, ma Mr Klein del FMI sappiamo sapere tutto…)

E poi cari signori non pensate come immagino pensino i vostri concittadini che, del resto, delle certificazioni di Bilancio redatte in comune tra BCSM e le due liquidate BCS e ASSET tra il 2010 e il 2014 a qualcosa saranno pur servite?

E nessuno di RF chiede lumi a BDO Italia perché nella persona del Dott Paolo Scelsi ha certificato l’incertificabile?

Davvero è dura vedere chi ha avuto le armi per modificare un sistema alla radice (sempre che lo si volesse), dopo non aver nemmeno aperto la scatola che le conteneva (o se lo ha fatto l’ha chiusa rapidamente vistone il contenuto che globalizza la responsabilità bipartisan nelle sporche faccende), lamentarsi che chi per primo avrebbe subito le conseguenze di quel “regolamento di conti “ (comunque palesemente in atto in RSM) non stia facendo nulla.

Non è una questione di burattini, è proprio il testo che fa più acqua di quelli di Sganapino e Sandrone.

Morale della favola? Bisognerà che alla fine chi parrebbe responsabile di ogni danno in Repubblica paghi, o no?

E se il responsabile lo avete già individuato, visto che ammette le proprie negligenze per iscritto e avete ogni prova (e lo sapete visto che vi siete già attivati contro “lo svizzero”, per evitare prescrizioni su quanto sapete ha nascosto), cosa aspettate?

E anche chi c’è ora sa tutto da un pezzo… (cfr foto in calce)

ma chi non ha fatto, comunque continua a non tirare fuori il becco di un quattrino, pare nemmeno per le emergenze sanitarie e parrebbe pretendere (nonostante l’azionista di maggioranza sia l’Eccellentissima Camera) di far pagare ai cittadini ciò che è nato “grazie” alle sue “distrazioni”?

 

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi


Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2020 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -