San Marino: la Terra delle Libertà violate

Condividi

 

L’aforisma oggi è in video e non è solo un aforisma

 

di Marcello Draghi  – studiostampadraghi

Via, partiamo subito toccandola piano:

25 Settembre 2018

Colto da malore in tribunale, morto il magistrato Lanfranco Ferroni.

Allora, se non sbaglio il regolamento di Polizia Mortuaria dispone (DPR 10 Settembre 1990, n. 285 – art.37) che siano sottoposti a riscontro diagnostico le salme delle persone decedute senza assistenza medica, nonché l’Art. 116 sulle Norme di attuazione del c.p.p.  stabilisce al punto 1 che: Se per la morte di una persona sorge sospetto di reato, il procuratore della Repubblica accerta la causa della morte e, se lo ravvisa necessario, ordina l’autopsia …(e visto che parrebbe addirittura che l’ “infarto” sia arrivato dopo il caffettino di prammatica… mmmm…. a proposito sul caffé è stato fatto un tossicologico?

L’esame autoptico, oltretutto, può essere richiesto dal medico curante o dai parenti del deceduto se è dubbia la causa del decesso, nonché dalla direzione sanitaria della struttura ospedaliera in cui il decesso è avvenuto, dal Procuratore della Repubblica o dal giudice a scopo giudiziario.

Considerata quindi la quasi contemporanea morte anche del Paolo Droghini ex responsabile finanza e poi Vice direttore Generale Banca Commerciale Sammarinese indi nominato Direttore Generale Asset è lecito pensare che qualcuno sia molto distratto?

Chissà poi se la Procura di Pesaro è consorella di quella di Rimini relativamente alle attenzioni da riservare a quanto accade sul Titano ai cittadini italiani residenti nei loro territori di competenza, ovvero a quanto pare, bravissima a non muovere foglia e, soprattutto, a non fare l’onda…?

E che cos’è che distrae?

Se ne può parlare… anzi, ne parleremo se le cose procedono in questa scandalosa direzione.

Proseguiamo:

Quali sono state a San Marino le indagini relative alla morte di Enrico Caldari?

Chi era Enrico Caldari?

Enrico non era una persona qualsiasi. Sul sito ricchezzaquantica.com c’era una pagina con la sua biografia che al momento risulta cancellata. Però è ancora visibile la cache della pagina, risalente al 5 dicembre 2018. Enrico, che parlava quattro lingue, si era laureato con lode in Scienze Statistiche, aveva un dottorato in Sociologia e Ricerca Sociale ed è stato ricercatore universitario e giornalista, per poi diventare imprenditore e formatore. È autore del libro Liberi dal Sistema, bestseller nel 2015, e co-fondatore del Q Institute, insieme a Marco Fincati. A giudicare dalle persone presenti alle conferenze, sembra che il Q Institute avesse un buon successo:

Considerando il successo di Caldari, anche come motivatore, bisogna ammettere che l’ipotesi del suicidio stride un po’… Ma ovviamente non si può sapere cos’avesse nel profondo. Invece sappiamo con precisione quali fossero le sue idee in campo monetario. Ed erano idee rivoluzionarie, sulla scie delle scoperte del professor Giacinto Auriti. Nel video (qui sotto), girato al simposio del Movimento Zeitgeist, Enrico viene intervistato proprio sull’argomento monetario.

Ma non solo in Italia. Enrico si permetteva di spiegare la truffa della moneta debito e le soluzioni per uscire dal sistema anche all’estero.In quest’altro filmato Enrico era a Londra, alla Positive Money Conference, e viene intervistato dal canale Vision on Tv.

Insomma, Enrico era un competente attivista che combatteva il sistema in giro per il mondo ed è stato trovato morto a 42 anni nel Passo delle Streghe. ( fonte: Informarexresistere) 

Coincidenza?

Quindi domando:

la Gendarmeria relativamente a Caldari e Ferroni che conclusioni ha tratto e su che basi? Fino a che livello si è spinta l’indagine?

E in merito a Droghini? Se è deceduto, perché il Tribunale di Bologna prosegue una causa a suo nome? Sono informatissimi anche lì o semplicemente è l’avvocato del querelato che magari…

Chissà se qualcuno mi risponderà o magari ritroverete anche me misteriosamente passato a miglior vita somewhere, sometime, magari on the summertime?!…

Discorsi da simple minds? Mica tanto… Nel caso sapete dove citofonare.

Tiremm’ innanz:

a questo punto credo valga la pena leggere qualche titolo (random da internet) relativamente al Tribunale e all’Autorità Giudiziaria locale e dei suoi gestori  :

Nicola Renzi: “Atterrito dalle minacce di alcune forze politiche al giudice Caprioli”

San Marino. La Pierfelici allontanata da Magistrato Dirigente perchè ha accusato che parte della politica e del Tribunale è marcio …

GIUSTIZIA: A San Marino i magistrati sotto processo non trovano un giudice per loro. Un paradosso blocca tutta la macchina giudiziaria nella piccola Repubblica. E ora tocca alla politica trovare una soluzione.

SENTENZA : San Marino condannata dalla Corte europea dei diritti dell’uomo. La Corte Europea dei diritti dell’uomo ha condannato San Marino per  procedimento penale privo delle garanzie dell’equo processo. 

Infine chi parla più dell’abuso sul cittadino francese JeanMarc Tierce? Cosa sta facendo lo Stato per rimediare a quanto addirittura in libro di 300 pagine?

SM La Faccia Nascosta.jpg

page-1page-2

E come mai a San Marino il libro di Angela Venturini, sammarinese che denuncia il sistema  non si trova nemmeno a pagarlo il doppio?

E come mai la Signora non la si riesce a reperire per fare quattro chiacchiere?

INFORMAZIONE DI SERVIZIO: Se qualcuno che la conosce dovesse leggere magari la avvisi di controllare i suoi account social visto che questa redazione ha tentato di contattarla anche lì.

Locandina-Un-paradiso-fiscale.jpg

Indi chiedo, considerato quanto sopra, sapete se le Autorità “competenti” di qua e di là da confine e Alpi leggono o guardano solo le figure?

Perchè, a dir la verità, di reati documentati nero su bianco, oltre che su queste pagine, in queste pubblicazioni ce ne sarebbero di molti da approfondire…

E ci si chiede di conseguenza per esempio perché Report, la trasmissione RAI sedicente d’inchiesta, fa i servizi solo quando e come gli comoda ma non dà notizie di importanza internazionale di cui ha ogni prova e documentazione relativa.

Come mai oltretutto la RAI non concede diritto di replica (nonostante la normativa relativa) a chi da anni pubblica di queste malversazioni su Imolaoggi, sito unico a concedere spazio alle scomode verità invece censurate da ogni testata nazionale (coinvolti Elli, Meletti, Fubini, Gerevini, Redazione Bologna e Rimini de Il Resto del CArlino etc….) che però da Report stesso viene “sputtanato” come bufalaro tout court  senza nemmeno indagare sull’effettiva verità di quanto da loro riportato, praticamente “per sentito dire”? (che poi direi è l’esatto modo di agire del giornalista secondo il codice deontologico… Sic)

Considerato poi quanto al caso che sostanzialmente comprova i legami tra politica/Banca Centrale/Istituzioni e che vede addirittura coinvolta la Direzione Generale della Cooperazione Europea segnalato dal giornalista Stefano Davidson che addirittura ha scovato bollettini ufficiali dello Stato manipolati nonché certificazioni di bilancio illegittimamente redatte da Audit internazionalmente conosciuto BDO, mi pare che ce ne sia abbastanza perché in Europa, dove non amano i sovranismi ci si chieda come si può consentire di mantenere nel proprio cuore un Paese la cui giurisprudenza e soprattutto la sua onestà negli anni sono comprovatamente quantomeno d’altri tempi, e se, visti comportamenti, debiti e problemi, forse nel 2020 abbia davvero ancora ragione d’esistere.

Ovvero può ancora esistere in questa Europa una “Scampia” internazionalmente riconosciuta, ove la legge non vale? Un Bronx dell’Europa? Una Caracas dove anche la bassa manovalanza della criminalità localmente organizzata gira in giacca e cravatta?

Ai posteri…

 

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi


Diffamazioni a ImolaOggi
Armando Manocchia risponde
ai professionisti della mistificazione


Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2020 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -