San Marino: attenti a quei due

Condividi

 

di Rolando Biglia

Nella lista dei responsabili diretti o indiretti del caso che sta provocando scompiglio ad ogni livello nella piccola Repubblica enclave del nostro Paese che su queste pagine pubblichiamo a favore della cittadinanza sammarinese e di tutte le vittime del Sistema vigente in quella Nazioncina, non possono mancare due dei soggetti più chiacchierati dell’ultima legislatura: Nicola Renzi e Simone Celli rispettivamente SdS Giustizia (ed Esteri o viceversa) e Finanze dell’ultima legislatura.

E quali sarebbero le responsabilità di due soggetti che entrano in scena a commedia iniziata, cosa avranno mai fatto questi Rosenkrantz e Guilderstern del Titano?

A parte del “fatto“, io credo sia necessario parlare più del NON fatto, visto che questo crea problemi al Governo entrante, probabilmente però il fatto di aver, ad esempio, mentito all’Ambasciatore italiano relativamente al tentativo di ricomposizione la scottante questione non mi pare comunque cosa da sottovalutare.

Suppongo si trattasse di menzogna perché diversamente sarebbe stata una “dichiarazione d’incompetenza” a livello cosmico.

Consegnare al Tribunale quanto di competenza dell’Avvocatura da parte di un Ministro della Giustizia è un po’ come per un carabiniere chiedere di valutare le prove che ha scoperto riguardo una macchina rubata a chi ne ha fatto il passaggio di proprietà, suvvia..

Le risposte sono tra l’altro state date via mail e in esse il Segretario Andreini assicurava di aver dato il tutto a chi invece si è poi appurato non l’aveva mai ricevuto (come testimoniato di fronte al sottoscritto, agli avvocati della vittima e soprattutto di fronte all’Ambasciatore Vicario Dott.ssa Amerini dallo stesso Prof Guzzetta) e anche se lo avesse avuto non avrebbe potuto fare nulla e Renzi, SDS Giustizia NON poteva non saperlo.

Ovvero, quando informato dall’Ambasciatore italiano (Gennaio 2018) relativamente a quanto all’oggetto dell’attenzione della Direzione Generale della Cooperazione Europea, come mai il SdS Giustizia fa rispondere al suo Segretario quanto alle mail in screenshot qui sotto quando è già in possesso di prove inconfutabili di responsabilità istituzionali nella faccenda, BCSM in primis?

Andrein censored 1Andreini 2

Ovvero perché non inoltra immediatamente il fascicolo e le rimostranze già palesate anche al Congresso (foto sotto) dall’Avvocato Marino Federico Fattori all’Avvocatura di Stato? (che poi comunque ha dovuto coinvolgere il 24 Maggio 2019 quando l’Ambasciatore Cerboni ha preteso che le Istituzioni sammarinesi facessero quanto in loro potere per far cessare il sopruso e regolarizzare le proprie posizioni finanziarie. cfr  mail di seguito a quanto al Congresso)

Lettera Congresso di Stato-1 ddddLettera Congresso di Stato-2 dddd

pratica gherardi martiri censored compete.jpg

E il SdS alle finanze Celli, quando ha saputo delle responsabilità di Banca Centrale e delle sue “gerenze” (addirittura via mail tre anni fa e in foto sotto anche la ricevuta di lettura da parte di BCSM), compresa dal Maggio 2018 quella della neo nominata Presidente che pare addirittura proseguire con atteggiamenti incomprensibili e che paiono “pirateschi”, come se San Marino fosse la Tortuga e guai a chi vi entra se non col permesso del Pirata Finanziero, come mai non ha mai fatto parola in Consiglio del problema?

Mail Celli 2017

ricevuta lettura BCSM 2017

Come mai nessuno del dinamico duo ha ritenuto di dover informare i sammarinesi che la Banca Centrale o chi per lei aveva falsificato il Bollettino Ufficiale proprio relativo alle inserzioni finanziarie? (tra l’altro questa parte del Bollettino la si legge solo se si è ABBONATI! Ovvero a San Marino si fanno pagare per dare informazioni di pubblico interesse. O sganci o non saprai mai la data della messa in LCA della tua banca…)

E come mai il Celli non ha relazionato il Consiglio in merito ai Bilanci di Banca Centrale fatti certificare dallo stesso Audit che contemporaneamente stava certificandoli per Asset e Banca Commerciale Sammarinese con quanto ciò comporta ed ha comportato nella redazione del Bilancio Nazionale?

Eppure i due soggetti avrebbero dovuto rappresentare il nuovo, il cambiamento e invece parrebbe fossero i giannizzeri di chi ad oggi l’ha messo in quel posto ai cittadini sammarinesi e ha continuato a farlo nonostante quanto sul fuoco…

Direi che se qualcuno facesse il giornalista in quel Paese e nella confinante Emilia Romagna per esempio, e non vigesse il terrore di pubblicare verità (visto che probabilmente si è tutti foraggiati dalla stessa greppia) ci sarebbe da scavare un bel po’.

Non tanto per trovare i referenti locali o gli immediatamente confinanti (molti si sa già chi sono anche in Italia figuriamoci in un Paese di 30.000 anime…), ma per “illuminare” a giorno quelli che da dietro gli scudi rappresentati da Studi Legali con pochi scrupoli da decenni hanno fatto della Repubblica delle Libertà un’evidente Plutocrazia alla faccia di normative internazionali e regole finanziarie solo per il proprio tornaconto e spesso di quello cui arrivavano i finanziamenti dopo essere passati per quelle bande.

E la SdS Guidi in tutto questo?

Sarà che è arrivata tardi, sarà quel che sarà e che non ha potuto essere perché chi sapeva quanto stava per accadere ha staccato la spina al Governo dei “traccheggiatori” onde evitare le pressioni italiane, fatto sta che a parte essersi presa dall’Ambasciatore quanto di piena responsabilità di Celli, è diventata comunque corresponsabile di una mancata risoluzione e di quello che ancora da Maggio scorso e dopo 10 anni ne sta conseguendo.

Nel prossimo episodio un altro succulento responsabile cui i cittadini potranno chiedere conto di quel che dovranno sborsare per colpa dello Stato e/o di BCSM e dei suoi fantasiosi interpreti  delle funzioni di Vigilanza da almeno da Mario Giannini in avanti…

Ricordo a tutti che nel caso specifico oggetto di questo articolo, esiste un chiaro reato di riciclaggio internazionale di cui le istituzioni e soprattutto i controllori finanziari sono pienamente responsabili e da ciò direi che esista una seria possibilità di denuncia, visti i tempi di prescrizione lunghissimi considerata la transnazionalità del reato, e di richiesta danni… se non per altro almeno per il danno all’immagine del Paese.

 

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi


Diffamazioni a ImolaOggi
Armando Manocchia risponde
ai professionisti della mistificazione


Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2020 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -