Eurobarometro: Italiani sempre più disamorati dell’euro

Condividi

 

Italiani sempre più disamorati dell’ euro. Lo rivela l’ ultimo Eurobarometro pubbicato dalla Commissione Ue secondo il quale l’ Italia è il penultimo Paese della zona euro in termini di sostegno per la moneta unica. Solo il 55% degli abitanti dello Stivale, infatti, ritiene che la moneta unica sia una cosa positiva per il nostro Paese, contro il 65% della media della zona euro, con un calo di 2 punti rispetto a un anno fa, a conferma dell’ aumento degli euroscettici italici.

Per contro, aumentano del 6% i contrari alla moneta unica: il 36% degli italiani ritiene l’ euro negativo per il proprio Paese. E gli italiani sono anche i meno convinti che l’ euro sia positivo per l’ Ue, con il 69% che risponde positivamente e il 21% negativamente. Tra gli Stati membri della zona euro solo la Lituania fa peggio dell’ Italia, con il 49% di opinioni positive rispetto agli effetti dell’ euro sul proprio Paese e il 37% di opinioni negative, con i favorevoli che, però, nell’ ultimo anno hanno recuperato il 7%.



In termini generali, nei 19 Stati membri dell’ unione economica e monetaria, l’ Eurobarometro registra un aumento del sostegno all’ euro, che ha raggiunto il livello più alto dal 2002.

I più entusiasti della moneta unica sono gli irlandesi (88%), seguiti da lussemburghesi (81%) e finlandesi (79%). Secondo l’ Eurobaromtero, nell’ ultimo anno c’ è stata una ripresa del sostegno all’ euro anche nei paesi più colpiti dalla crisi, con un più 8% a Cipro (55), un più 6% in Grecia (66%), un più 4% in Portogallo (68%) e un più 2% in Spagna (64%). Anche in Francia c’ è stato un netto aumento delle opinioni favorevoli all’ euro con un più 5% (64%). liberoquotidiano.it



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -