San Marino: Giacomo Ercolani?… mmmm questo nome non mi è nuovo…

Condividi

 

“A volte l’omonimia è meglio averla con chi è anonimo” (Yves Lirriverance)

di Rocco Luglio

Tratto da Libertas, l’Informazione di San Marino (sic):

In vista delle prossime elezioni, il candidato n.13 di Repubblica Futura risponde ad alcune domande.

Buongiorno, si vuole presentare?

“Mi chiamo Giacomo Ercolani, sono una persona qualunque e sono candidato in Repubblica Futura”.

Feermi tutti, fermiamo l’intervista, sono Rocco Luglio, mi perdoni Dott Ercolani ma avrei bisogno di chiarimenti. Lo dico anche per Lei. Abbia pazienza faccio in un attimo e poi la lascio all’intervista su Libertas.

Mi dica scusi  cosa intende quando dice sono una persona qualunque ? Mi spiego, leggendo quanto da Lei pubblicato sul web noto come dichiari:

“Mi sono formato professionalmente attraverso una esperienza ultraventennale nel settore bancario, settore di cui conosco ogni risvolto.”

e, visto che la Sua motivazione parte con un “ho accettato l’invito di un amico e sono stato accolto in un ambiente familiare e caloroso” sarei curioso di sapere magari il nome dell’amico considerato che a noi parrebbe che Lei od un omonimo sia stato impegnato quale “portavoce” (dipendente o meno non so) in una delle banche ora divenute il maggior problema per la RSM.

Abbia pazienza ma è necessità comprendere se Lei sia veramente Lei o un altro lui.

I controlli sono stati fatti sia sul web, sia cercando un recapito assente dagli elenchi telefonici. Una telefonata al Suo partito ha confermato il suo impiego nel settore bancario ma per la verità chi ha risposto ha negato fosse in Asset. Oddio è vero anche che un membro eccellente del Suo attuale Partito ha risposto in maniera decisamente menzognera, addirittura per iscritto all’Ambasciatore italiano (o quantomeno lo ha fatto fare dal proprio Capo Gabinetto Andreini) per cui su tale testimonianza relativa a Lei chissà se si può fare affidamento.

Devo dire che è pazzesco. Non esistono Giacomo Ercolani sull’elenco ma ce n’è due che lavorano o lavoravano nel settore bancario. Mi darà atto che è ben strano…

Quindi nel dubbio farò qualche elucubrazione giornalistica di modo che anche Lei sia messo al corrente di quanto comunque relativo ad omonimo, considerando che comunque, nel caso Lei sia effettivamente altro, ciò non farà altro che separare il suo nome da quello del suo omonimo a Suo esclusivo beneficio.

Capirà, visto quel che si porta dietro quell’Istituto di credito ad oggi attenzionato a livello internazionale, non mi pareva proprio corretto che quel Giacomo Ercolani si definisse un cittadino qualunque. Più esattamente direi che aveva fatto parte di un sistema che da anni viaggia nell’anarchia giuridica grazie anche alle compiacenze che spesso trova in Tribunale.

Oltretutto Lei dichiara apertamente anche che:

“Ciò che mi ha spinto ad accettare la candidatura è la convinzione di poter offrire un contributo serio al problema maggiore del paese, quello finanziario ed economico, settore di cui le banche sono la cartina di tornasole.”

Se fosse l’altro Ercolani gli avrei detto: eddai su, ti candidi dopo Asset Banca, quella che ora porta in pancia il più grande fecaloma che la RSM ricordi e come vuoi contribuire con del Guttalax?

Sarebbe davvero stato inaccettabile se non altro per rispetto dello Stato come istituzione cui si vorrebbe contribuire onde aiutare la cittadinanza e non spremerla ulteriormente.

Spero proprio che Lei sia quello buono se davvero a San MArino esistono più Giacomo Ercolani esperti del settore bancario e quindi conti pure su di me e sulla redazione al completo per far luce su ogni ombra del Sistema corrotto della Repubblica.

Spero proprio che Lei sia quello buono anche perché se fosse Lei il Giacomo Ercolani che da e-mail di Asset minacciò le croniste de Il Fatto Quotidiano che sostanzialmente avevano cominciato a rimestare in quel torbido “finanziume” uscito solo ultimamente, non sarebbe un gran viatico elettorale.

Qui sotto Le illustro e mostro ai suoi concittadini che sanno che Lei è l’Ercolani Giacomo buono, la mail di chi fece quanto poi ha generato quel che sta oggi massacrando i sammarinesie che partiva dall’indirizzo g.ercolani@ab.sm ben evidente in quelle e-mails pubblicate sette anni fa da sito italiano (spesso accusato di disinformazione ma che guarda caso riguardo a ciò ha ogni documento al riguardo) e che nel 2013 pubblicava le parole di “quel” Giacomo Ercolani in risposta a chi chiedeva sostanzialemte quello che Lei dice di voler fare oggi. Chiarezza.

22-feb-2013, 12:48:

—-Messaggio originale—-
Da: XXXXXXXXXXXXXXX
Data: 22-feb-2013

A: XXXXXXXXXXXXXX

Ogg: Domande a Ercolani

Stamani il dottor Ercolani ci ha chiesto di presentargli delle domande scritte, alle quali ha promesso risposta tempestiva. Te le inoltro per conoscenza:

Da: XXXXXXXXXXXXXXXXXXXX

Data: 22 febbraio 2013 12.47.00 GMT+01.00

A: g.ercolani@ab.sm

Cc: YYYYYYYYYYYYYYYYY

Oggetto: Domande dal XXXXXXXXXXXXXXX

Egregio dottor Giacomo Ercolani, in riferimento all’autorizzazione datata 25 gennaio 2013, e sottoscritta dalla signora XXXXXXXXXXXXXXXXXX, in cui si autorizza la banca a rispondere alle domande dei cronisti del XXXXXXXXXXXXXXX, le inviamo come da richiesta telefonica del 22 febbraio 2013, le seguenti domande:

<!–[if !supportLists]–>- <!–[endif]–>La signora lamenta un utilizzo improprio del denaro depositato in un conto corrente aperto nel 2005 presso la Banca Commerciale di San Marino. Come evidenziato nell’esposto denuncia datato 3 agosto 2011, nello specifico, sarebbero stati fatti investimenti ad alto rischio senza le firme della correntista e senza, come sostiene, le necessarie deleghe. Dal suo punto di vista, che cosa è successo?

<!–[if !supportLists]–>- <!–[endif]–>Da documentazione fornita dalla denunciante la Banca Commerciale di San Marino ha tentato un’azione conciliatoria rinunciando a 80.000 euro di esposizione debitoria della signora, e proponendo 20.000 euro di rimborso spese. Questa azione come va interpretata?

<!–[if !supportLists]–>- <!–[endif]–>Ci sono in corso attività di verifica e di eventuale risarcimento del presunto danno lamentato dalla signora, oppure si attende la conclusione dell’iter giudiziario avviato dopo la presentazione dell’esposto?

Ringraziandola della collaborazione, le porgiamo

Cordiali saluti

XXXXXXXXXXXXXXXXX

YYYYYYYYYYYYYYYYYYYYYY

Lei pensi che la risposta a tali più che comprensibili domande giunse in questi termini:

Da: “Giacomo Ercolani – Ufficio Legale Asset Banca S.p.A.” <g.ercolani@ab.sm>

Data: 01 marzo 2013 16.06.54 GMT+01.00

A: “XXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXX>

Cc: “XXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXX>

Oggetto: Re: Domande dal XXXXXXXXXXXXXXX

Gentilissime,

devo sottolineare, con un certo rammarico, che non mi appaiono rispettati alcuni principi cardine del codice deontologico della professione di giornalista: viene, infatti, chiaramente infranto l’obbligo di non assunzione di incarichi in contrasto con l’esercizio autonomo della vostra professione; viene infranto allo stesso tempo l’obbligo di verifica delle fonti; viene utilizzata – fino a prova contraria – senza autorizzazione una corrispondenza riservata tra professionisti; viene, infine, soprattutto minacciata la pubblicazione di presunte difficoltà della scrivente banca a rispondere alle domande tendenzione poste con il vostro messaggio di posta elettronica. Vi invito caldamente, quindi, a riconsiderare i criteri di produzione di quelle che sono le notizie che dovrebbero portare la vostra firma in calce, immaginando un sistema di raccolta delle informazioni più rispettoso dei generali principi di conduzione della vostra professione e, incidentalmente, della legge. Nell’ottica di un rapporto trasparente con le controparti interessate, rivolgo, vostro tramite, alla vostra “assistita” invito a presentarsi direttamente alla scrivente banca per ogni informazione occorresse, riservandoci fin d’ora ogni tutela nelle sedi più opportune.

Cordiali saluti

Giacomo Ercolani
Asset Banca S.p.A.

(fonti:https://www.segretidibanca.wordpress.com, https://www.imolaoggi.it/2013/12/02/chiedono-informazioni-su-denuncia-a-banca-sammarinese-silenzi-e-velate-minacce-a-cronisti/)

Considerato che poi si è venuto a scoprire ed è comprovato (anche in Procura a Rimini o al Tribunale Unico “ed Immobile” di San Marino) come ogni richiesta della vittima del sopruso denunciato al Giacomo Ercolani in questione fosse legittima ab origine;  visto che il tutto sta provocando ogni male finanziario per la Repubblica; notando come  il caso in questione sia poi diventato emblematico del malaffare locale e, come detto, già ben noto anche all’estero, credo che, nel caso sia appunto solo un caso di disgraziatissima omonimia, ci possano essere gli estremi per chiedere danni alla propria immagine a chi si comportava in dette deprecabili ed ingiustificabili maniere. E guardi che dopo l’omonimo c’è una coda lunghissima di responsabili da dieci anni ad oggi. Veda Lei. Noi se ha bisogno l’appoggiamo anche come Blog.

Concludendo, mi auguro di trovare una pronta replica in cui mi conferma di non essere Lei il Giacomo Ercolani di cui sopra che rispose alle giornaliste de Il Fatto Quotidiano di modo, come detto, da poterla sostenere in caso di necessità vista l’impudenza del Suo omonimo.

Con un in bocca al lupo per la Sua campagna elettorale porgo

i miei migliori saluti.

Rocco Luglio

 

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi


Diffamazioni a Imolaggi – Armando Manocchia risponde ai professionisti della mistificazione

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2020 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -