Birra troppo fredda, marocchino tenta di strangolare la barista

Condividi

 

Un 39enne marocchino è stato arrestato per tentato omicidio plurimo per aver aggredito, cercando di strangolarla, una barista e alcune persone che hanno assistito alla scena. È successo nella notte in un bar di Reggio Emilia, frazione Cadè.

Come scrive la Gazzetta, l’uomo, residente in provincia di Potenza e con precedenti, è entrato nel locale ordinando una birra, ma si è lamentato del fatto che fosse troppo fredda e ha cominciato a insultare la donna dietro al bancone e poi le ha lanciato contro una bottiglia.



La barista, cinese, l’ha rincorso con un mattarello, cacciandolo. Ma lui è tornato armato di un’asta metallica e l’ha colpita violentemente per poi arrivare quasi a strangolarla, provocandole lesioni per 40 giorni di prognosi. Diversi avventori hanno tentato di farlo desistere, ma lui li ha aggrediti. Quindi è salito sulla propria auto e ha cercato di investire sia la barista che i clienti. E’ fuggito, ma è stato rintracciato dai carabinieri che lo hanno fermato, non prima che speronasse una pattuglia.

Il pm di turno Iacopo Berardi ha formulato, oltre all’ipotesi reato di tentato omicidio, anche quelle di lesioni personali dolose e aggravate, resistenza a pubblico ufficiale e danneggiamento. L’uomo inoltre guidava in stato di ebbrezza, senza patente e assicurazione.

Circa un mese fa, al bar Moulin Rouge, nella prima periferia di Reggio Emilia, una giovane barista, di origini cinesi, è stata accoltellata da un maghrebino ed è morta sul colpo.

Reggio Emilia, cinese uccisa nel bar dove lavorava: caccia a un maghrebino



   

 

 



Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -