Commissario UE, Conte getta la maschera: spuntano i nomi Moavero e Tria

Il 26 agosto si avvicina e nel bel mezzo della crisi di governo Giuseppe Conte sarà chiamato a consegnare il nome italiano per la commissione europea alla neo presidente Ursula von der Leyen, sperando di portare a casa l’ambito portafoglio sulla concorrenza anche se certamente la situazione politica interna non aiuta il premier a conseguire questo difficile compito.

Ma intanto sembra farsi strada una certezza. Conte scarterà i nomi proposti da quel Matteo Salvini che ha deciso di sfiduciarlo. Niente Garavaglia, niente Centinaio e niente Bongiorno dunque. Il premier pare aver deciso di proporre un nome tecnico con esperienza di governo, un nome spendibile e lontano dal mondo sovranista che potrebbe dunque ritagliarsi qualche speranza in più di raggiungere la concorrenza.

E tra i nomi più quotati ci sarebbero quelli di Enzo Moavero Milanesi e di Giovanni Tria. La scadenza è alle porte, il 26 agosto, e il presidente del Consiglio vuole presentare il suo candidato quando sarà ancora in carica.  affaritaliani.it

Condividi