Sam Marino: SIRIcomincia?

Condividi

 

L’ovvio e la pratica quotidiana descritte come anomalie ovvero:
– San Marino: quando la politica diventa solo patetica ed indifendibile ipocrisia per la convenienza di quattro gatti.-

di Marcello Draghi

Solo qualche riga per un’annotazione di “colore” sulla simpatica Repubblica anacronisticamente enclavizzata in un Paese i cui controllori invece vorrebbero a loro volta enclavizzarsi nell’Europa delle banche.

Fa scandalo la notizia di

«prestiti di favore» al senatore della Lega per ingraziarsi il governo italiano: prima 750 mila euro all’allora sottosegretario. Poi altri 600 mila alla società di un amico. Con zero garanzie e mille anomalie,

ma per la verità proprio da queste pagine e in decine di comunicazioni inviate anche a Banca d’Italia oltre che ai nostri Ministeri degli Esteri, Finanze e dell’Interno questa pratica “tipica” forse addirittura IGP attuata nella RSM è stata denunciata da anni.

Diverte oltretutto che le opposizioni, sostanzialmente complici se non addirittura colpevoli di quanto diventato negli anni usuale pratica banditesca nella RSM (tra le tante. Chiedere ai correntisti italiani Asset o BCS per conferme), coperto addirittura falsificando documentazioni ufficiali e portando le Istituzioni italiane a chiedere chiarimenti all’attuale Amministrazione già nel gennaio 2018.

Già perché pare che dall’Ambasciata italiana fino alla Presidenza della Repubblica chiedano chiarimenti sulla vicenda, già trattata sin dal 2012 da questo sito,  che fin da allora ha dimostrato come nella RSM fosse consentito erogare “fid, mutui e prestiti vari” senza nemmeno ricevere una richiesta in merito.

Qui le parole del Giudice Morsiani in un’archiviazione decisamente farraginosa viste infatti le mancate indagini o quantomeno denunce conseguenti a quanto rilevato (regolarmente presente in quella jungla agiuridica chiamata Tribunale Unico):

“in data 21.7.2005 venne ad esempio “inserito” un fido, di euro 400.000, dal terminale di CROSARA Giovanni e convalidato da FOSCHI Gilberto, senza che dalla documentazione cartacea contenuta nei fascicoli sia stata rinvenuta alcuna richiesta in proposito. In assenza del fido, il rapporto, il cui fondi erano impiegati nell’acquisto titoli, risulta “sconfinato”. Non si tratta tuttavia dell’unica agevolazione apparentemente irregolare, tenuto conto che (contestualmente) in data 21.7.2005 risulta rilasciata a XXXXXXXXXX  una garanzia “pegno su c/c” per 400.000 euro, senza indicazione del rapporto garantito (e senza la valorizzazione di alcuna disponibilità sul conto). In data 10.11.2006 risulta registrata, a nome di XXXXXXXX, una fidejussione omnibus limitata per 100.000 euro, senza indicazione del rapporto garantito; in data 10.11.2006 viene inserito un fido di euro 100.000 dal terminale di CROSARA e convalidato da CANUTI. Mancano, per i fidi, documentazione coerente e traccia di deliberazione da parte degli organi preposti.  (….)”

Considerato tra l’altro che quanto all’oggetto si verificava con Governi a trazione di quella che oggi si fa chiamare “opposizione” e che, ad esempio, l’allora SdS Industria Marco Arzilli (doppio mandato per tutta la durata dei fatti) consentiva a BDO Italia di certificare contemporaneamente e per ben quattro anni (2010-2014)  i conti di Banca Centrale e delle due successivamente messe in LCA ovvero Banca Commerciale Sammarinese e Asset Banca (qui sotto quelli di BCSM e Asset del 2014 entrambi a firma Paolo Scelsi cui non risulta essere stato chiesto nulla in merito),

tutto ciò fa decisamente paura, visto che da quanto in mano alle Autorità italiane e presente sotto forma di denuncia a firma dell’Ambasciatore italiano nella RSM Guido Cerboni presso diverse Procure italiane, il livello di “porcherie” raggiunte nella piccola repubblica ed il coinvolgimento di figure istituzionali locali è abnorme, a cominciare dall’Avv Matteo Mularoni (addirittura nominato Presidente Associazione Bancaria Sammarinese nel periodo in oggetto e denunciato all’Ordine Nazionale l’8 di Aprile u.s. associazione che pare NON sia abbia inviato alcuna risposta in merito al denunciante) la cui odiosa, ingiustificabile ed irresponsabile difesa temeraria nel caso specifico è stata abbondantemente stigmatizzata in sede di colloquio tra le Autorità italiane e il SdS Renzi accompagnato da quella alle Finanze Guidi e dall’avvocatura al gran completo.

Va quindi chiarito ai cittadini sammarinesi che quanto sta cercando di ottenere l’attuale formazione di Governo, nonostante comunque grosse responsabilità omissive e di grave negligenza fino all’intervento dell’Ambasciata italiana, è se non altro l’unica possibilità che resta all’antico borgo republicanizzato a vantaggio di pochi (ma come del resto tutti questi staterelli da Andorra al Lichtestein, da Kaliningrad al Delaware. ndr) di sopravvivere a se stesso.

Una volta che il “repulisti” sarà completo e non si vedranno più circolare per le “salette” del potere locale i vari Mari Giannini, Giuseppi Roberti, Stefani Ercolani e turri gli altri “burattini” (molti di fattura italica, tra i tanti ad esempio emblematico ricordiamo le odiose responsabilità del forlivese ex DG di Banca Commerciale Valerio Benvenuto o dell suo vice poi nominato DG in Asset Paolo Droghini), di volta in volta manovrati da loro stessi spesso su “invito” estero, ecco che la Repubblica potrà ricominciare a sperare di essere, diversamente non sarà, mai più.

Relativamente a quanto di cui sopra riporto in calce all’articolo una breve antenora di coloro che hanno fattivamente collaborato a mettere la Repubblica in questo ginepraio, nonostante denunce e prove a sostegno delle malefatte dei precedenti Governi con la “benedizione” delle gestioni di BCSM dal 2005 ad oggi, quando parrebbe che la Presidente Tomasetti (dopo colloquio con l’Ambasciatore italiano e con i legali di chi all’archiviazione morsianica) finalmente abbia preso in mano le redini di BCSM, essendosi resa conto di quanto i suoi “sottoposti” (tra cui anche l’avv Mazza direi) e comunque anche “sopraposti” sammarinesi,  non le avessero mai detto o consegnato sebbene a lei medesima indirizzato – oltre che dal nostro collaboratore Stefano Davidson – anche dagli stessi legali di una delle vittime di questa malversazione programmata e istituzionalizzata nella RSM addirittura con la marchiana falsificazione di un Bollettino Ufficiale della Repubblica. 

Ciò detto senza dimenticare la censura dal web (operata da Libertas sm. Vedi screenshot qui sotto) di quanto avrebbe permesso ai cittadini sammarinesi di rendersi conto di quale bomba avessero sotto al sedere e che pare ormai in via di esplosione definitiva salvo che qualcuno dei loro “giasoni” non spenga la miccia.

Che poi, di tutto quanto, anche il fior fior di sedicenti giornalisti italiani NON abbia pubblicato un rigo NONOSTANTE il dovere d’informazione previsto dalle norme e soprattutto la pubblica utilità di quanto rilevato, vi dà l’esatta dimensione di queste personcine che non si capisce perché decidono di tenere tutti all’oscuro su quanto accade che non si capisce perché decidono di tenere tutti all’oscuro su quanto accade (i maligni dicono che sono prezzolati, personalmente credo sia solo tipica cacasottaggine giornalistica italica. Ma in fondo quei posti in cui siedono come gli sono stati assegnati? E dire cui che parte dello stipendio gli è stata pagata con soldi dei contribuenti italiani,anche di quelli truffati dalla e nella RSM)Da Stefano ElliGiorgio Meletti, dal disonesto intellettuale Fubini del Corrierone a tutta la redazione di quei “coraggiosi” cronistelli da due soldi de Il Resto del Carlino Rimini (Monica Raschi in testa) e del loro “simpatico” coordinatore bolognese Naccari già tutti abbondantemente segnalati all’ordine nazionale insieme a quelli di Report, Libero, il Giornale et altera, talmente anonimi da non doverli nemmeno nominare.

Per chi non si rendesse conto del perché delle mie accuse a questi pusillanimi da scrivania e veline, annoto per gradire e mi auguro che “Loro speriamo che non se la cavano”:

ALLEGATO 4 – CARTA DEI DOVERI DELL’INFORMAZIONE ECONOMICA E FINANZIARIA (Documento approvato dal Consiglio Nazionale il 6 giugno 2018 e pubblicato sulla G.U. n. 158 del 10 luglio 2018)

(…)  10)  Il giornalista e le testate assicurano, con ogni mezzo, la diffusione della presente Carta dei doveri dell’informazione economica e finanziaria, anche ai fini degli obblighi informativi in materia di abusi di mercato.

oltre che ai soliti DOVERI presenti sulla Carta deontologica:

“Il giornalista deve rispettare, coltivare e difendere il diritto all’informazione di tutti i cittadini; per questo ricerca e diffonde ogni notizia o informazione che ritenga di pubblico interesse, nel rispetto della verità e con la maggiore accuratezza possibile.

Il giornalista ricerca e diffonde le notizie di pubblico interesse nonostante gli ostacoli che possono essere frapposti al suo lavoro e compie ogni sforzo per garantire al cittadino la conoscenza ed il controllo degli atti pubblici.

La responsabilità del giornalista verso i cittadini prevale sempre nei confronti di qualsiasi altra. Il giornalista non può mai subordinarla ad interessi di altri e particolarmente a quelli dell’editore, del governo o di altri organismi dello Stato.”

indi aggiungo ad abundantiam a beneficio degli scribacchini succitati, che il comportamento infrattivo degli obblighi deontologici, oltre ad una violazione dei doveri legati al rapporto di lavoro, determina una lesione dei canoni di cui all’art. 97 Cost. (imparzialità e buon andamento) con quanto ne consegue.
Infatti come si può osservare viene a mancare la possibilità di una definizione unitaria della colpa grave, pertanto la giurisprudenza ha elaborato una serie di figure sintomatiche al fine di semplificare l’attività ermeneutica. Queste possono raggrupparsi nel seguente elenco, tenendo comunque sempre presente le due caratteristiche della personalizzazione della responsabilità come valutazione delle circostanze in cui si è verificato l’evento e la graduazione psicologica da cui dedursi la prevedibilità o meno dello stesso:

Corte dei conti, Sez. I – appello 7/10/2004, n. 234

  • Inosservanza del minimo di diligenza;
  • prevedibilità e prevedibilità dell’evento dannoso;
  • cura sconsiderata e arbitraria degli interessi pubblici;
  • grave disinteresse nell’espletamento delle funzioni;
  • totale negligenza nella fase dell’esame del fatto e dell’applicazione del diritto;
  • macroscopica deviazione dal modello di condotta connesso alla funzione;
  • sprezzante trascuratezza dei doveri d’ufficio resa estensiva con comportamenti negligenti o imprudenti;
  • particolare noncuranza degli interessi pubblici.

E la violazione del codice deontologico, con un comportamento la cui gravità deve essere valutata mediante un giudizio ex ante riferito al momento del fatto e non successivamente in base alla gravità dell’evento prodotto, rientra senz’altro nel novero delle ipotesi elencate.

———–

Elenco nominativi  di CdA di Banche responsabili di quanto sopra cui vanno aggiunti ovviamente quelli degli allora SDS Finanze, Interni, Giustizia e Industria della RSM e dii CdA di BCSM nelle gestioni da Mario Giannini in avanti e, ATTENZIONE, non contando le abnormi responsabilità dei giudici – Pierfelici e Volpinari su tutti – oltre che del Tribunale Unico su quanto accaduto):

BANCA COMMERCIALE SAMMARINESE

COMMISSARI

CARLI OTELLO (fino al 3/3/2012)

GEMMA SERGIO (fino al 22/12/2011)

SCAPINELLI MARIAGRAZIA (dal 22/12/2011). Nomina effettiva come commissario unico: 9-1-2012

Direttore Generale  BENVENUTO VALERIO (fino al 18 ottobre 2011)

Presidente del Com. di soveglianza CECCHETTI VINCENT (nella fase iniziale solo membro. Presidente era SALVATORE MONTICELLI)

Membro del Com. di sorveglianza ERCOLANI TANIA

Membro del Com. di sorveglianza GRAZIANI MANUELA (da quando Vincent Cecchetti è diventato Presidente)

INCARICHI (prima del commissariamento, 28 -10-2011)

Presidente CdA MASCOLO ARTURO

Vice Presidente CdA ALBERANI NICOLA

Consigliere   BRUSCOLI GIAN LUCA

Consigliere PALAZZI GIAN LUCA

Direttore Generale  BENVENUTO VALERIO

Presidente Collegio Sindacale MUCCIOLI MIRKO

Sindaco Effettivo MANZAROLI ALFREDO

Sindaco Effettivo TASSOTTI NAZZARENO

INCARICHI (prima del 12-10-2011, data agg. libertas)

Presidente CdA MASCOLO ARTURO

Vice Presidente CdA ALBERANI NICOLA

Consigliere ROBERTI GIUSEPPE

Consigliere   BRUSCOLI GIAN LUCA

Consigliere PALAZZI GIAN LUCA

Direttore Generale  BENVENUTO VALERIO

Presidente Collegio Sindacale MUCCIOLI MIRKO

Sindaco Effettivo MANZAROLI ALFREDO

Sindaco Effettivo TASSOTTI NAZZARENO

INCARICHI (prima del 10-8-2011)

Presidente CdA DELLA BALDA EMILIO

Vice Presidente CdA ALBERANI NICOLA

Consigliere ROBERTI GIUSEPPE

Consigliere   BRUSCOLI GIAN LUCA

Consigliere PALAZZI GIAN LUCA

Direttore Generale  BENVENUTO VALERIO

Presidente Collegio Sindacale MUCCIOLI MIRKO

Sindaco Effettivo MANZAROLI ALFREDO

Sindaco Effettivo TASSOTTI NAZZARENO

INCARICHI (prima del 10-11-2010)

Presidente CdA DELLA BALDA EMILIO

Vice Presidente CdA ROBERTI GIUSEPPE

Consigliere DE BIAGI GERMANO

Consigliere   ALBERANI NICOLA

Consigliere BRUSCOLI GIAN LUCA

Consigliere   FRANCESCHETTO MASSIMO

Consigliere   D’AMICO ALBERTO

Direttore Generale  BENVENUTO VALERIO

Presidente Collegio Sindacale MANZAROLI ALFREDO

Sindaco Effettivo MUCCIOLI MIRKO

Sindaco Effettivo TASSOTTI NAZZARENO

ASSET BANCA

Commissario SOMMELLA MIRELLA (COMMISSARIO, ART. 84, LEGGE 165/2005)

Direttore Generale TURA MARIA PIA (Capo strut. interim)

Presidente Collegio Sindacale DI FRANCESCO VALENTINA

Sindaco Effettivo MINA DANIELA

Sindaco Effettivo ANDRIANI ELISA

INCARICHI (prima del 16 febbr.  2017, agg. libertas)

Presidente CdA BRUSI ALESSANDRO

Vice Presidente CdA ALBINI PIER MARIA

Consigliere MENGOZZI AUGUSTO

Consigliere GUIDI VINCENZO

Consigliere FUSCO ALESSANDRO

Consigliere FAGIANI FRANCESCO

Direttore Generale TURA MARIA PIA (Capo strut. interim)

Presidente Collegio Sindacale DI FRANCESCO VALENTINA

Sindaco Effettivo MINA DANIELA

Sindaco Effettivo ANDRIANI ELISA

INCARICHI (prima del 27 genn. 2017, agg. libertas)

Presidente CdA Non Nominato

Vice Presidente CdA   BRUSI ALESSANDRO

Consigliere MENGOZZI AUGUSTO

Consigliere GUIDI VINCENZO

Consigliere FUSCO ALESSANDRO

Consigliere FAGIANI FRANCESCO

Consigliere   ALBINI PIER MARIA

Direttore Generale TURA MARIA PIA

Presidente Collegio Sindacale DI FRANCESCO VALENTINA

Sindaco Effettivo  MINA DANIELA

Sindaco Effettivo ANDRIANI ELISA

INCARICHI (prima del 23 nov 2016, agg. libertas)

Presidente CdA Non nominato

Vice Presidente CdA BRUSI ALESSANDRO

Consigliere MENGOZZI AUGUSTO

Consigliere GUIDI VINCENZO

Consigliere FUSCO ALESSANDRO

Consigliere FAGIANI FRANCESCO

Consigliere   ALBINI PIER MARIA

Direttore Generale  Non nominato

Presidente Collegio Sindacale DI FRANCESCO VALENTINA

Sindaco Effettivo MINA DANIELA

Sindaco Effettivo ANDRIANI ELISA

INCARICHI (prima del 10 nov 2016, agg. libertas)

Presidente CdA ERCOLANI Stefano

Vice Presidente CdA BRUSI ALESSANDRO

Consigliere MENGOZZI Augusto

Consigliere GUIDI VINCENZO

Consigliere FUSCO ALESSANDRO

Consigliere FAGIANI Francesco

Consigliere   ALBINI Pier Maria

Direttore Generale TABARRINI Barbara

Presidente Collegio Sindacale GERI Aldo

Sindaco Effettivo BELLANTI Alessandro

Sindaco Effettivo ANDRIANI Elisa

INCARICHI (19/03/ 2016)

Presidente CdA ERCOLANI STEFANO

Vice Presidente CdA BRUSI ALESSANDRO

Consigliere MENGOZZI AUGUSTO

Consigliere GUIDI VINCENZO

Consigliere FUSCO ALESSANDRO

Consigliere FAGIANI FRANCESCO

Consigliere   ALBINI PIER MARIA

Direttore Generale TABARRINI BARBARA

Presidente Collegio Sindacale GERI ALDO

Sindaco Effettivo BELLANTI ALESSANDRO

Sindaco Effettivo ANDRIANI ELISA

INCARICHI (prima del 19/08/ 2014)

Presidente CdA ERCOLANI STEFANO

Vice Presidente CdA BRUSI ALESSANDRO

Consigliere MENGOZZI AUGUSTO

Consigliere GUIDI VINCENZO

Consigliere FUSCO ALESSANDRO

Consigliere FAGIANI FRANCESCO

Consigliere ALBINI PER MARIA

Direttore Generale TABARRINI BARBARA

Presidente Collegio Sindacale BELLANTI ALESSANDRO

Sindaco Effettivo GERI ALDO

Sindaco Effettivo ANDRIANI ELISA

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi


Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -