La Repubblica di SanMarino cade dalle nubi

Condividi

 

di Rocco Luglio

“…e alla fine finsero tutti felici e contenti”

Nella Repubblica di San Marino pare la felicita impazzi tra tutte le forze politiche per l’approvazione del “salvabanche” e c’è addirittura qualche forza politica che ancora (ed ipocritamente) si chiede chi e cosa abbiano reso tutto ciò possibile.

Noi della redazione di SegretidiBanca un sospetto ce lo abbiamo…

non sarà mica che il nostro collaboratore, il giornalista Stefano Davidson, il quale scrive su queste pagine dal 2012 di ogni porcata finanziaria fatta lassù dal gruppo BCS, Asset, BCSM e dal loro “protettore” legale (sic!)  oltre che in Tribunale dove vivacchiano giudici pregiudicati e da giudicare addizionando il tutto con documenti scottanti ha scoperchiato gli avelli giusti (in qua e in là dal confine)?

Non sarà stato colui che  da anni appunto scrive del metodo San Marino e che ha denunciato ogni cosa anche alle autorità estere da cui la RSM dipende in toto?

Non sarà merito di quanto richiesto dalle Autorità italiane visti i serrati rapporti tra il nostro giornalista con le stesse nonché la denuncia delle censure applicate dai “servetti” dell’informazione locale e di quella dei “buffoni” di quella italiana?

Non sarà merito di colui che ha fornito a maggioranza e opposizione la prova provata della loro responsabilità (quantomeno omissiva) relativamente a liquidazioni amministrative a orologeria e le ha costrette, a braccetto con rappresentanti di Istituzioni estere, a fare finta di mettersi d’accordo su una soluzione riguardo alla quale nessuno prima voleva trovare accordi poiché il disaccordo e le mancate risposte erano parte integrante del “sistema San Marino”?

Non sarà merito della vittima del più grande sopruso finanziario attuato su un singolo soggetto fisico che ha compiuto ogni passo per evitare che la RSM finisse a fare i conti con il Bank run (altro che bail in) con molto più senso di responsabilità di ogni sammarinese coinvolto (bancari, giudici, politici, informazione ed avvocati) nella vicenda ed ha obbligato i faccendieri locali ad abdicare vista l’incapacità dei propri scagnozzi?

Cari sammarinesi chi vi ha salvato non solo le banche, ma probabilmente l’esistenza stessa in quanto Stato, ha nome e cognome e andrebbero ringraziati se foste persone oneste, ma tant’è visto che è di questa immonda materia chiamata l’ipocrisia che è composto il vostro Consiglio Grande e Generale.

Non c’è di che!

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi


ImolaOggi.it
non riceve finanziamenti e non ha padroni.
Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere
la nostra indipendenza.

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal



Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -