Emilia-Romagna, picco decessi Febbre del Nilo: tavolo coordinamento in ogni Ausl

Condividi

 

Picco di decessi West Nile, Gibertoni: “Un tavolo di coordinamento in ogni Ausl”. L’Emilia-Romagna, dopo il picco di decessi dello scorso anno, ha potenziato le misure contro la diffusione del virus West Nile, ma per il Movimento 5 stelle non basta. “Vista l’emergenza che si è registrata lo scorso anno la Regione deve cercare di mettere in campo tutte le azioni necessarie per contrastare la diffusione delle zanzare e del virus della West Nile”, scrive in una nota la consigliera regionale Giulia Gibertoni.

Per questo ogni Ausl “dovrebbe dotarsi di un tavolo tecnico in collaborazione con i Comuni adottando una pianificazione a largo raggio in grado di dare risposte piu’ incisive”. In una interpellanza Gibertoni chiede se la Regione non ritenga opportuno “riorganizzare i compiti e le funzioni in materia, attribuendo uno stretto coordinamento in capo ad una struttura tecnica regionale ed istituendo un tavolo di coordinamento presso ogni AUSL che preveda una stretta collaborazione con i Comuni per una pianificazione sia tecnica che operativa”.



Ogni Ausl, chiede la 5 stelle, “si doti di un proprio piano aziendale annuale e che quest’ultimo sia sottoposto alla validazione da parte della Regione. Come credo sia necessario che la Regione sostenga economicamente anche i Comuni per attuare tutte le azioni necessarie per limitare la presenza delle zanzare e la conseguente diffusione di malattie correlate”. (Dire)



   

 

 



Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -