Marocco: ragazza italiana accoltellata a Rabat

Condividi

 

Una giovane italiana originaria della provincia di Bologna è stata ferita alla gamba sinistra da quattro coltellate a Rabat, in Marocco, in un attacco per il quale è stato escluso il movente terroristico. Secondo quanto ricostruito, la 23enne, tirocinante presso l’ambasciata italiana nella capitale marocchina, nella notte tra il 16 ed il 17 febbraio scorsi, nelle vicinanze della sua abitazione è stata avvicinata da tre malviventi, che l’hanno accoltellata. Si chiama Valeria Mattiacci, ed è laureanda dell’Alma Mater in scienze internazionali e diplomatiche nella sede di Forlì.

Dopo una festa con alcuni amici, intorno alle 2 è tornata a casa in taxi, vicino all’ambasciata. Appena scesa dall’auto, tre sconosciuti l’hanno strattonata fino quasi a strapparle i pantaloni. La ragazza si è divincolata, ma a quel punto uno dei tre ha estratto un coltello e l’ha colpita quattro volte alla gamba sinistra.

Per fortuna, la 23enne ha riportato solo ferite lievi. Condotta nell’ospedale più vicino è stata medicata e dimessa dopo qualche ora. Indagini sono in corso per individuare i responsabili dell’aggressione, mentre le autorità di Rabat circoscrivono il caso ad un episodio di criminalità comune, fenomeno di recente in aumento nella capitale.

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi


ImolaOggi.it
non riceve finanziamenti e non ha padroni.
Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere
la nostra indipendenza.

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal



Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -