Manifatturiero giu’ nella Zona Euro, contrazione oltre le attese

Condividi

 

L’attività manifatturiera nella zona euro a sorpresa ha invertito marcia questo mese, complice la flessione dell’attività in Germania in un contesto reso più sfidante dalle tensioni sul commercio internazionale e dalle difficoltà nel settore auto.

La contrazione oltre le attese del manifatturiero — il relativo indice flash Pmi è crollato a 49,2, i minimi da metà 2013 e ben al di sotto del discrimine di 50 che separa espansione da decrescita – è stata compensata da una accelerazione del terziario superiore al previsto (52,3 da 51,2, attese 51,4).

L’indice Pmi composito a cura di IHS Markit, considerato un indicatore dello stato di salute dell’economia, è salito a 51,4 questo mese dal 51 finale di gennaio, sopra le attese mediane di un sondaggio Reuters per 51,1 ma pur sempre al di sotto dei livelli a cui è stato per la maggior parte degli ultimi quattro anni. REUTERS

Mattarella difende la UE: “ci ha assicurato inestimabile pace e benessere”

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi


ImolaOggi.it
non riceve finanziamenti e non ha padroni.
Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere
la nostra indipendenza.

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal



Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -