Presidente Slovenia scrive a Mattarella: le Foibe non furono pulizia etnica

Condividi

 

BELGRADO, 11 FEB – Il presidente della Repubblica sloveno Borut Pahor ha scritto una lettera a Sergio Mattarella in cui esprime preoccupazione per “alcune inaccettabili dichiarazioni di alti rappresentanti della Repubblica Italiana in occasione della Giornata del ricordo che danno l’impressione che gli eventi legati alle foibe siano stati una forma di pulizia etnica”.

Forse il riferimento è al presidente della Provincia di Trento, Maurizio Fugatti, che ieri ha detto “Fu pulizia etnica, ricordare ai giovani dopo tanto silenzio”.

L’agenzia croata Hina lega la protesta di Pahor anche alle dichiarazioni del vice premier Matteo Salvini che ieri ha detto che “i bimbi morti nelle foibe e i bimbi di Auschwitz sono uguali”.

Le foibe: una “pulizia etnica” dimenticata da “Il libro nero del comunismo europeo” >>>

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi


ImolaOggi.it
non riceve finanziamenti e non ha padroni.
Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere
la nostra indipendenza.

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal



Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -