Piacenza: Bersani (LeU) partecipa alla catena umana per i migranti

Condividi

 

PIACENZA, 2 FEB – “Sono qui oggi perché penso che la disumanità sia un’infezione che può dilagare in epidemia”. Così l’ex segretario del Pd ed oggi dirigente e parlamentare di Leu Pierluigi Bersani ha spiegato la sua partecipazione alla catena umana di circa 300 persone a Piacenza, che ha abbracciato Palazzo Mercanti, sede del municipio, per lanciare un messaggio, come in tante città per la manifestazione ‘L’Italia che resiste’.

“Bisogna reagire – ha detto Bersani – e non accettare che a tanta brava gente vengano messi in testa cattivi pensieri. Non c’è bisogno di essere buonisti, bisogna essere razionali cioè umani. Quindi io dico: vuoi piantare un chiodo sul ruolo dell’Europa rispetto al tema dell’immigrazione, lo vai a piantare a Bruxelles, non per due decimali di deficit che è un problema risolvibile anche in Italia, ma per una questione importante come questa. E non lo pianti sulla pelle di poveracci che lasci in mare e sequestri perché questo non è un umano e non accetto che sia italiano un ragionamento simile”.

Armando Manocchia: “Il buonismo è l’espressione della piu perfida e spudorata cattiveria.”

31 gennaio 2019 – – Gli notificano lo sfratto, 72enne si impicca in garage

Il compagno Bersani non si è presentato.

 

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
non riceve finanziamenti e non ha padroni.
Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere
la nostra indipendenza.

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal



Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -