Ungheria, rimossa statua di Imre Nagy a Budapest: “Un comunista fra i peggiori”

Condividi

 

E’ stata rimossa “in segreto” dalla piazza del Parlamento a Budapest la statua di Imre Nagy, capo della rivolta ungherese del 1956. Gli esponenti del governo di Viktor Orban hanno più volte bollato Nagy come “un comunista fra i peggiori”, accusandolo di essere collaboratore del Kgb sovietico durante lo stalinismo. Nella memoria storica degli ungheresi Nagy, condannato a morte e giustiziato nel 1958, è considerato invece un eroe nazionale.

Al posto della statua sarà ricostruito un monumento dell’epoca antecedente la Seconda guerra mondiale, consacrato alle vittime del “terrore rosso” del 1919. Nagy fu imprigionato e giustiziato nel 1958 dopo il fallimento della rivolta dovuto all’intervento delle forze armate sovietiche.



Il cambio fa parte della lotta culturale ed identitaria del governo Orban contro i valori del liberalismo e della sinistra ungherese.  tgcom24.mediaset.it



   

 

 



Commenti chiusi

ImolaOggi.it
non riceve finanziamenti e non ha padroni.
Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere
la nostra indipendenza.

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal



Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -