La legittima difesa cantata da Alida Ferrarese

“Io mi difenderò” di Alida Ferrarese

La legittima difesa (disciplinata dall’art. 52 del codice penale), è una sorta di “autotutela” che l’ordinamento giuridico italiano consente nel caso in cui insorga un pericolo imminente (per sé o per altri) da cui è necessario difendersi e non ci sia la possibilità di rivolgersi all’autorità pubblica per ragioni di tempo e di luogo. Probabilmente il legislatore ha voluto tenere conto di un’esigenza del tutto naturale che è legata all’istinto di reagire quando si viene aggrediti.

Si parla di legittima difesa quando si reagisce a una aggressione e tale reazione rappresenta l’unico rimedio possibile nell’immediato per evitare una offesa ingiusta. Se invece la reazione avviene dopo che la lesione è stata già provocata, non è legittima difesa, ma vendetta. La nuova legge sulla legittima difesa è già stata approvata al Senato e deve essere discussa alla Camera.

Alla luce del dibattito scaturito su questo argomento, abbiamo intervistato Alida Ferrarese, una bravissima cantante pop che ha inciso una canzone che parla proprio di legittima difesa.

Alida Ferrarese, la “signora della musica” per il modo con cui espone le canzoni che interpreta, è un’artista che intende la musica come emozione e va appunto ascoltata e ‘vissuta’ con emozione.

La chiave del successo di Alida, conosciuta anche come “guerriera della musica” sono le canzoni sui temi piu’ sentiti dalla gente e sono i temi sociali che affronta come ad esempio: l’immigrazione, la legittima difesa o le forze dell’ordine. Un brano più bello dell’altro.
Al suo attivo, oltre a ben 11 CD, uno dei quali ha venduto 100mila copie, conta numerosi fan club in tutta Italia e non solo (in questi giorni ad esempio è negli Usa per alcune serate).

L’abbiamo sentita prima della partenza e ci ha detto: “Mi rendo conto che al giorno d’oggi, il mercato musicale è cambiato (secondo me in peggio), ma siccome sono una guerriera, porto avanti il mio modo di essere cantante, vedo che il pubblico apprezza e non solo in Italia…il maestro André Rieu (secondo me un’icona) in questo mondo dove certa musica di scarsa qualità ha il sopravvento, ha trovato una sua formula per incantare centinaia di migliaia di ascoltatori, proponendo classici, da lui rivisti, in modo spettacolare. Una formula vincente. Io esprimo i miei pensieri, i miei sentimenti e le mie emozioni a modo mio. Faccio serate come piacciono a me e non secondo certi dettami. Perché sono convinta che finché sarò me stessa sul palco, continuerò a vivere ma soprattutto a regalare grandi emozioni al pubblico che mi segue e mi ama.”

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -