Agenzia delle Entrate, 562 dipendenti accusati di manipolazione dei dati

Nel 2017 sono finiti sotto procedimento 562 dipendenti dell’Agenzia delle Entrate, per accuse che vanno dalla corruzione all’accesso abusivo al sistema informatico. Funzionari che offrivano «accessi alla documentazione, fornendo – dietro adeguato compenso – ausilio a imprenditori e soggetti che si rivolgevano loro per ottenere la verifica degli estratti ruolo, la rateizzazione di cartelle esattoriali senza averne i requisiti» e tanto altro. Particolari contenuti nelle relazioni investigative e che ricalcano i fatti contestati a un dipendente dell’Agenzia, arrestato per essere stato corrotto da un commercialista.

I dati: 455 indagati e 107 condannati
Stando ai dati forniti dalla stessa Agenzia delle Entrate, al 31 dicembre 2017 sono finiti sotto inchiesta 455 dipendenti, mentre in 107 sono stati condannati.



I reati contestati riguardano proprio forme di corruzione e di accesso abusivo ai sistemi informatici. Questo perché dietro adeguata “remunerazione” sarebbe stato possibile manipolare i dati dei contribuenti che intendevano pagare meno tasse e ottenere particolari sgravi. Sono 2.278 le pratiche modificate.

Per saperne di piu’  www.ilsole24ore.com   >>>



   

 

 



Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -