Pensioni, Tajani: ‘toccare diritti acquisiti è da regime venezuelano’

“Che cambino prima di compiere altri guasti, a danno dei cittadini italiani e dei loro risparmi. Già sono stati mandati in fumo i risparmi di tanti nostri connazionali, non è una manovra che può portare crescita, che può portare posti di lavoro. Il reddito di cittadinanza viene pagato da chi lavora e chi produce e senza poi dare soddisfazione a chi lo incassa, perché alla fine andrà a fare lavoro nero, che significa finire nelle mani della malavita organizzata.

Per coprire questa manovra si andranno a tagliare le pensioni, fino a che livello? Questo mi sembra inaccettabile. Toccare i diritti acquisiti è da regime venezuelano, sono cose che può fare Maduro, ma non si possono fare in Italia”.



Lo ha detto ilpresidente dell’Europarlamento Antonio Tajani a margine di un dibattito a Roma a Villa Volkonsky con l’ambasciatrice britannica Jill Morris. (askanews)



   

 

 



3 Commenti per “Pensioni, Tajani: ‘toccare diritti acquisiti è da regime venezuelano’”

  1. Donato Copertino

    Non interessa il tuo parere , la maggioranza degli Italiani e’ d’accordo con questo governo . Questo dimostra che finora tutti i governi che si sono succeduti , hanno solo pensato ai fatti propri , e non si e ‘ mai preoccupato del popolo.

  2. Anche le pensioni di noi “peones” allora non dovevano essere toccate quindi è valido ancora il parametro unico di 35 anni di lavoro.

  3. Signor Tajani ma solo voi politici avete diritti acquisiti? Perché non ha parlato quando i diritti erano i nostri ma a voi non ve né frega niente pensate a voi e basta.
    In quanto alle cose che non si possono fare in Italia dove eravate quando hanno rubato i soldi dei correntisti di Bnvs Etruria?

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -