Segretario al Tesoro USA: “l’Italia non rappresenta un fattore di rischio”

Steve Mnuchin, Segretario al Tesoro degli Stati Uniti d’America, ha dichiarato che l’Italia non rappresenta un fattore di rischio. Stesso concetto lo ha espresso oggi anche Nick Gartside, capo della divisione reddito fisso di JP Morgan, e quindi non certo una fonte vicina al governo.

In mezzo a tante voci che alimentano un dannoso allarmismo, queste invece confermano la solidità dei fondamentali dell’economia italiana e la fiducia che il nostro Paese è in grado di trasmettere ai mercati e agli altri partner internazionali, grazie anche ad una manovra orientata alla crescita a cui il governo – in maniera compatta – sta lavorando.



Proprio ieri, nel corso della cabina di regia per gli investimenti che ho convocato a Palazzo Chigi, le principali aziende di Stato ci hanno presentato piani industriali con investimenti aggiuntivi tra i 15 e i 20 miliardi e ci hanno confermato che c’è urgente bisogno di operare una profonda semplificazione del quadro burocratico e della pubblica amministrazione. Noi stiamo lavorando proprio per questo.

Con questa manovra non saremo più fanalino di coda dell’Europa. Il nostro Paese non merita la prospettiva della recessione – a cui sarebbe destinata se lasciassimo le cose così come sono – bensì quella di una crescita di qualità basata sullo sviluppo sostenibile.

Lo scrive il Premier Giuseppe Conte su Facebook



   

 

 



Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -