Somalia, autobomba esplode vicino a mezzo militare italiano

“Un mezzo appartenente a un convoglio italiano con a bordo militari che operano nell’ambito della missione europea in Somalia è stato coinvolto in un’esplosione”. Lo ha riferito 2 giorni fa lo Stato Maggiore della Difesa italiana sul proprio account Twitter. “Nessun ferito tra i nostri militari che sono rientrati in base con gli stessi mezzi”, si precisa nel tweet. L’esplosione è avvenuta a 700 metri circa dalla sede del ministero della Difesa a Mogadiscio.

Nell’attacco, compiuto da un kamikaze, sono rimasti uccisi quattro studenti. Lo ha reso noto in dichiarazioni all’agenzia di stampa ‘Dpa’ l’ufficiale di polizia somalo Ali Hassan, precisando che i quattro studenti si trovavano nei pressi del convoglio al momento dell’esplosione.

L’attacco è stato rivendicato dal gruppo jihadista ‘al-Shabaab’, affiliato ad al-Qaeda, attraverso la loro emittente ‘Radio Andalus’. L’organizzazione sostiene di aver ucciso o ferito ufficiali militari dell’Ue nell’attacco.

Secondo lo Stato Maggiore della Difesa italiana, non si contano feriti tra i nostri militari che “sono rientrati in base con gli stessi mezzi”. Anche l’ufficiale di polizia somalo ha confermato che i morti sono tutti civili. Un blindato Lince, appartenente a un convoglio di 5 mezzi italiani, spiegano fonti dello Stato Maggiore della Difesa, è stato coinvolto alle ore 12:10 locali in un’esplosione al rientro da un’attività addestrativa a favore della Forze di sicurezza somale. Il mezzo, con a bordo 4 militari, è stato lievemente danneggiato ed è rientrato in base.

Secondo il sito d’informazione somalo ‘Goobjoog news’, un’auto carica di esplosivo è saltata in aria vicino a un “mezzo militare italiano”. L’attacco, si legge, è avvenuto nel quartiere di Daynile. Un testimone, citato da ‘Garowe Online’, ha confermato che un’auto carica di esplosivo è saltata in aria contro un convoglio di blindati con la bandiera italiana, danneggiando uno dei veicoli.

LA MISSIONE – I militari italiani operano nell’ambito della missione europea in Somalia (EUTM), finalizzata al rafforzamento del Governo Federale di Transizione somalo (TFG), attraverso la consulenza militare a livello strategico alle istituzioni di difesa somale e l’addestramento militare. La missione militare dell’Ue opera in stretta collaborazione e coordinamento con gli altri attori della comunità internazionale presenti nell’area d’operazione come le Nazioni Unite, l’African Union Mission in Somalia (AMISOM) e gli Stati Uniti d’America. ADNKRONOS

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -