Veneto, furti nelle chiese: bottino 50mila euro, 3 romeni denunciati

Condividi

 

Veneto – Tre persone sono state denunciate dai Carabinieri della stazione di Lendinara (Rovigo) perché sospettati di essere i responsabili di una serie di furti in chiese delle province di Rovigo e Verona, messi a segno nel 2016, e che avrebbero fruttato un bottino di circa 50 mila euro.
Si tratta di tre cittadini romeni, G.D.C., 39 anni, I.R.S. (27) e I.C.B. (25), residenti in provincia di Pisa ma attualmente irreperibili.

Il primo degli episodi risale al 5 giugno 2016, ai danni della Basilica della Madonna del Frassino di Peschiera del Garda (Verona). Seguirono, il 10 e 14 giugno, un tentato furto alla Basilica della Madonna del Pilastrello di Lendinara, quindi il 16 novembre, sempre a Peschiera.
Il 3 dicembre 2016 i malviventi si sono spostati al Santuario della Madonna dei Miracoli di Motta di Livenza (Treviso). Il 12 dicembre 2016 i ladri tornarono alla Madonna del Pilastrello, e infine il 15 dicembre nella Basilica di Caorle (Venezia).
(ANSA).

In Italia, se sei straniero, puoi rubare 50mila euro e cavartela con una denuncia. Se invece sei un italiano affamato e rubi un pezzo di formaggio, ti condannano al carcere.

Ruba formaggio, condannato a 1 anno e 4 mesi e 400 euro di multa

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -