Tre eurodeputati scrivono a Malta: sbloccare le navi delle Ong

BRUXELLES – “Con grande preoccupazione vi chiediamo di porre fine alla detenzione illegale a Malta delle imbarcazioni delle ong Seawatch e Lifeline” e del “velivolo” per la ricerca e il soccorso umanitario “‘Moonbird’ e a dare loro autorizzazione a lasciare il porto”.

Lo scrivono in una lettera indirizzata al premier maltese Joseph Muscat tre eurodeputati membri di una delegazione della commissione Libertà Civili del Parlamento europeo in visita a Malta. La lettera siglata da Martina Anderson, (Gue), Jean Lambert (Verdi) e Peter Niedermüller (S&D) esprime l’opinione esclusivamente dei tre firmatari e non è in alcun modo espressione del pensiero dell’intera delegazione.

“Un atto umanitario come il salvataggio in mare non è un crimine e non dovrebbe mai essere criminalizzato – aggiungono i tre eurodeputati -. Mentre assistiamo ad un aumento del numero dei morti in mare e al peggioramento della situazione della sicurezza in Libia, salvare vite umane in mare dovrebbe rimanere la priorità”. (ANSAmed).

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -