Macron: “reddito universale entro il 2020, tutti devono vivere degnamente”

Crollo spettacolare nei sondaggi per Emmanuel Macron. Secondo uno studio realizzato dall’istituto Ifop, solo il 31% dei francesi si dice soddisfatto per l’azione del presidente, un crollo di popolarità di oltre dieci punti rispetto all’ultimo sondaggio… e così…

PARIGI, 13 SET – Il presidente francese, Emmanuel Macron, ha annunciato l’introduzione di un “reddito universale di attività” entro il 2020. La misura, che punta a garantire che tutti possano “vivere degnamente”, è stata illustrata nel quadro del nuovo piano anti-povertà presentato oggi dal leader francese. “Con una legge nel 2020, creeremo un ‘reddito universale di attività’ per permettere ad ognuno di vivere in modo decente”, ha annunciato il presidente della Francia, precisando che sarà un reddito “universale perché ognuno potrà pretenderlo non appena i suoi redditi passeranno al di sotto di una certa soglia”.

Per Macron, sarà “semplice, equo e trasparente. Metteremo insieme il maggior numero di prestazioni sociali affinché si possa finalmente fornire una risposta unica per garantire che la gente viva degnamente”. Ma il reddito di cittadinanza in salsa francese è anche un modo di riaccedere rapidamente al mondo del lavoro: un contratto con impegni e responsabilità reciproci con “diritti e doveri supplementari. (ANSA)

In Francia ci sono 8,8 milioni di poveri, il 35% delle famiglie monoparentali è povero, il 65% dei poveri vive nelle grandi città.  www.lefigaro.fr/economie

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -