Aumentano le disuguaglianze, in Italia poveri sempre piu’ poveri

In Italia aumentano i consumi, ma crescono anche le disuguaglianze sociali. Nel 2017 la spesa media mensile delle famiglie italiane è stata di 2.564 euro, con un incremento dell’1,6% sul 2016. Ma la spesa del 20% più ricco della popolazione è aumentato del 3%, mentre quella del 20% più povero è diminuita del 3%. Risultato di una ripresa economica che è stata “ingiusta e non sostenibile”, secondo il Rapporto Coop 2018, presentato oggi a Milano.

E mentre il resto del mondo continua a crescere, dopo quasi cinque anni, la “sempre più lenta” ripresa italiano, con un incremento atteso dell’1,2% del Pil nel 2018 contro l’1,5% del 2017, “va a vantaggio di pochi, non risolleva le sorti della classe media e addirittura spinge ancora più in basso le condizioni delle famiglie in maggiore difficoltà”.

E anche sul fronte dei consumi l’Italia resta il fanalino di coda in Europa, con una riduzione dei consumi delle famiglie rispetto al 2010 del 2,2% a fronte di un incremento del 12,7% in Germania, del 10,2% in Francia e di una sostanziale stabilità in Spagna. Soprattutto sui consumi, si evidenzia nel Rapporto Coop, si evidenziano le maggiori sperequazioni: le famiglie benestanti spendono quattro volte di più rispetto a quelle con bassa capacità di spesa e tra una famiglia trentina e una calabrese il differenziale all’anno è di 17mila euro. ADNKRONOS

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -