Fallimento Melegatti, protesta contro il licenziamento collettivo

Condividi

 

“Melegatti lavoro, diritti e dignità”: con questo striscione davanti al municipio di San Giovanni Lupatoto (Verona) i lavoratori dell’azienda dolciaria (dichiarata fallita il 29 maggio e al centro di una tormentata vicenda per il suo salvataggio) hanno partecipato a una manifestazione di protesta.

“La seconda procedura per la vendita all’asta – ha spiegato Massimo Giarola, consigliere comunale d’opposizione e promotore dell’iniziativa – ha fatto scendere a 13 milioni e mezzo di euro la base d’asta e viene espressamente indicato che saranno avviate le procedure di licenziamento collettivo dei dipendenti, attualmente in Cassa integrazione straordinaria”.

“Quindi questa iniziativa – ha aggiunto – vuole tenere alta l’attenzione perché ci sono 50 famiglie che vivono giornate drammatiche, oltre a quelle dei lavoratori dell’indotto, che non sono pochi”.

“Qualsiasi iniziativa a salvaguardia dei posti di lavoro è appoggiata dall’amministrazione comunale – ha detto il sindaco di San Giovanni Lupatoto, Attilio Gastaldello, che ha pubblicato le foto della protesta nel suo profilo Facebook -, il problema dei lavoratori di Melegatti è molto sentito, ma c’è preoccupazione anche per l’azienda, perché non ci sia uno smembramento e un mero interessamento al marchio”. “Azienda significa tradizione, storia, qualità, ma anche e soprattutto lavoro”, ha concluso il sindaco Gastaldello. Al sit-in non hanno aderito Cgil, Cisl e Uil .

tgcom24.mediaset.it

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -