Tolti i sigilli alla casa di nonna Peppina

Condividi

 

ANCONA, 21 AGO – I sigilli della casetta di legno di nonna Peppina, al secolo Giuseppa Fattori, la 96enne di San Martino di Fiastra, diventata il simbolo dei terremotati, “sono stati tolti ieri pomeriggio dai carabinieri forestali di Visso, ma la notifica del dissequestro è arrivata solo nella tarda mattinata di oggi”. Lo dice all’ANSA Gabriella Turchetti, una delle due figlie dell’anziana, che si trova da qualche tempo in una Rsa di Castelfidardo per un periodo di riabilitazione, dopo la frattura di un polso.

“Speriamo di portarla su, a san Martino di Fiastra, il più presto possibile, ma prima bisogna ripulire tutta l’area che è infestata da erbacce e arbusti. E rendere abitabile la casa, chiusa da 11 mesi”. Peppina ha saputo la notizia stamattina dal genero Mario Borghetti: “si è messa a piangere – racconta Gabriella -. Mio marito le ha chiesto se era contenta e ha detto di sì, ma ha aggiunto ‘spero di farcela’”.

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
non riceve finanziamenti e non ha padroni.
Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere
la nostra indipendenza.

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal



Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -